Ordinanza divieto temporaneo di abitazione. L’assessore Porto risponde alle polemiche

0
847

L’assessore Alessandro Porto a FreePressOnline replica alle contestazioni sull’ordinanza di divieto temporaneo di abitazione.

L’assessore alla Protezione Civile e Polizia Municipale, Alessandro Porto, intervistato da FreePressOnline, risponde alle polemiche sull’ordinanza del sindaco Salvo Pogliese, inerenti al divieto temporaneo di abitazione durante lo svolgimento dei fuochi d’artificio della festa di Sant’Agata.

Porto: «Maggiore sicurezza per i cittadini»

«È un’ordinanza che nasce dalla necessità di mantenere una distanza di sicurezza da dove si sparano i fuochi d’artificio. Il problema è emerso dal tavolo della sicurezza con il Prefetto, il Questore e tutte le Forze dell’Ordine. L’ordinanza è obbligatoria, ma questo non significa che i cittadini debbano andarsene, ma che al momento dei fuochi, per stare in sicurezza è importante che si allontanino per qualche minuto dalle loro abitazioni».

«Dopo i fatti di Torino sono aumentate le restrizioni»

«Noi non stiamo cacciando nessuno, come qualcuno ha detto, stiamo solo dicendo che durante lo sparo dei fuochi è obbligatorio l’allontanamento. Sarà una questione di mezz’ora, un’ora al massimo. – continua l’assessore Porto – Da quando, infatti, sono successi gli eventi di Torino (gli incidenti durante la finale di Champions League ndr.), sono aumentate le restrizioni. Noi l’anno scorso abbiamo già ne abbiamo fatto rispettare alcune, come il numero massimo di persone a Piazza Duomo e Piazza Università.

«L’anno scorso siamo stati un po’ improvvisati anche per via del dissesto che non ci aiutava dal punto di vista economico. Quest’anno il Sindaco ha dato una disponibilità di 30 mila euro in più e stiamo adottando qualche altro provvedimento per la sicurezza dei cittadini», conclude Porto.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui