Formazione Professionale, l’USB alla Catalfo e a Musumeci : “Vi riteremo responsabili di eventuali atti estremi,dettati dallo sconforto, da parte di lavoratori

0
873

L’USB Sicilia – Formazione Professionale lancia, attraverso un comunicato dal titolo “La Storia Infinita”, un vero e proprio drammatico allarme-monito.

L’allarme è per lo stato di esasperazione raggiunto dalle lavoratrici e dai lavoratori della Formazione Professionale Regionale. Il monito è rivolto a tutti i soggetti governativi, dalla ministra Catalfo al presidente della Regione Musumeci, passando dagli assessori regionali e dall’, che l’USB individua come i responsabili per eventuali atti da parte di lavoratrici e di lavoratori.

“La Storia Infinita”, il testo integrale del comunicato dell’USB Sicilia- Formazione Professionale

“La vertenza della formazione professionale sta assumendo dei risvolti raccapriccianti, lo dimostra il fatto che i due assessori competenti Lagalla e Scavone diserteranno l’incontro fissato dal Ministro del Lavaro, Nunzia Catalfo per il 12 febbraio p. v.
Per impegni pregressi dei due assessori la data dell’ennesimo incontro sarà da destinarsi. L’USB qualche domanda se la pone, come fa da sempre, domande alle quali non ha mai avuto riscontri, una fra le tante è relativa alla mancanza di autorevezza del Ministro Catalfo nei confronti degli assessori, non è la prima volta che gli assessori danno forfait al Ministro, per tutta risposta trovano l’assoluta apatia da parte del Ministro Catalfo.
Altre domande che si pone l’ USB è quella relativa all’atteggiamento di approccio dei due assessori, i quali gestiscono questa vertenza con flemma, con assoluta lentezza, come se stessimo parlando di “nuciddi”.
Ma le domande delle domande che si pone l’ USB sono queste: ma il Presidentissimo filoleghista Musumeci dov’è? Che fa? Ma se ne rendono conto tutti quanti, dal Ministro Catalfo a scendere, che stiamo parlando della vita di migliaia di madri e padri di famiglia macellati e abbandonati a marcire?
È evidente che l’interesse verso queste persone non c’è, lo dimostra il fatto che da settimane, sotto gli assessorati, si tiene un presidio sindacale con tanti lavoratori e fino ad ora nessuna risposta. Ma davvero vogliono portare la gente all’esasperazione,
L’USB vi riterrà tutti responsabili, per eventuali atti dettati dall’esasperazione, vi riterrà responsabili di eventuali atti estremi causati dallo sconforto.
I lavoratori hanno pure la soluzione, individuata nella l. 25/93, ma la Regione fa orecchie da mercante…
La Vertenza della formazione professionale non è altro che tenere in ostaggio gli ex lavoratori da parte di una politica pappona che porta avanti gli interessi di pochi amici dai tanti voti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui