Favara. La cassiera di un supermercato annuncia al microfono l’ingresso nei locali di un uomo cinese

1
552

Un episodio di psicosi per il Coronavirus è avvenuto in un supermercato a Favara. Vittima un uomo cinese il cui ingresso nei locali è stato annunciato al microfono da una cassiera.

È realmente accaduto! È accaduto a Favara, città laboriosa e aperta a qualunque etnia. Ma, evidentemente, la psicosi per il Coronavirus, alimentata da una odiosa e per nulla velata onda nazionale razzista anticinese, ha “permesso” ad una cassiera di un grosso supermercato di Favara di annunciare, attraverso il microfono, a tutti i presenti l’ingresso nel supermercato di un uomo cinese.

Il cittadino cinese in lacrime, ma non si piega

L’anomalo avviso è stato interpretato da molti clienti con allarmismo, e qualcuno ha immaginato che il cinese segnalato poteva essere infetto. Mentre accadeva tutto questo, il cittadino cinese, chiaramente messo all’indice da un gesto ignobile e discriminatorio, ha pianto. Comunque, nonostante il dispiacere, l’uomo, un abituale cliente del supermercato, non si è piegato, ha reagito facendo la spesa, e al momento di pagare ha promesso a se stesso che non metterà mai piedi in quel supermercato.

“Io non sono il virus”

Intanto, anche a Favara la psicosi Coronavirus colpisce i negozi cinesi, e in tanti sono a rischio chiusura, come il negozio di un cittadino cinese che da 14 anni non va in Cina : ” Non abbiate paura – continua a dire attraverso la stampa – come fa la giovane donna nella foto di copertina, fonte il sito del giornale “Cina in Italia”- io non sono il virus”.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui