Hub Ambiente Teams Volley batte in rimonta il Crotone

0
330

Il primo tempo di Selene Richiusa fa gioire l’Hub Ambiente Teams Volley che vince in rimonta la delicata sfida contro la Pallavolo Crotone.

Sotto di due set le ragazze di Ina Baldi trovano le energie per ribaltare la situazione e centrare la vittoria numero 10 in campionato. Carmeci in cabina di regia, Miuccio opposta, Chiavaro e Zuppardo in posto quattro, mentre al centro agiscono Richiusa e Oliva. Libero Foti, questa scelta iniziale. Di contro Piero Asteriti, coach della Pallavolo Crotone, si affida al capitano Pioli al palleggio, Turetta in posto due, Capponi e Cesario di banda ed al duo centrale Gambuzza-Kus. Libero De Rose.

La Hub Ambiente Teams Volley tiene il pallino del gioco sino alla metà del primo set. Miuccio firma il 5-3 e il 9-6 da posto due. Crotone non ci sta e si rifà sotto con il muro di Turetta (13-14) che vale il primo vantaggio parziale dei calabresi. Si lotta punto a punto sino al 22 pari poi Crotone prende il sopravvento vincendo il set. Nella seconda frazione di gioco le calabresi cambiano atteggiamento tattico sfruttando le centrali Gambuzza e Kus. Hub nel momento decisivo non capitalizza e le ospiti si portano sullo 0-2.

Nel terzo set la mossa tattica vincente di coach Baldi: entra Milici in posto due mentre Miuccio torna a vestire i panni della centrale per alzare i centimetri da posto tre. Le avversarie faticano a trovare varchi nel muro della Teams Volley che, così facendo, riesce a registrare e la fase di difesa e la fase di copertura. A spingere è tutta la formazione etnea ma Chiavaro merita una menzione particolare: ogni suo attacco è oro. L’Hub Ambiente trova continuità anche in quel fondamentale che ha latitato nel set precedente, ovvero la battuta. A testimoniarlo è l’ace che Milici realizza 25-12.

Una Pallavolo Crotone fallosa in attacco ed una Teams Volley in palla riassumono, concettualmente, la quarta frazione di gioco che termina con il risultato di 25-11). Il quinto set, avvincente e combattuto anima la palestra dell’I.C. Malerba. Alla veloce al centro di Kus (0-1) risponde il pallonetto spinto di Richiusa in zona cinque (6-5), all’attacco in parallela di Capponi replica la bordata di Milici in mezzo al muro crotonese (13-11). Sancisce la fine delle “ostilità” e regala la gioia al pubblico di casa Richiusa, scaraventando in zona uno il primo tempo servito da Carmeci.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui