Carente igiene nel palazzo di giustizia al tempo del Coronavirus. La denuncia dell’USB

0
512

A firma del combattivo sindacalista Sandro Cardinale dell’USB PI- Giustizia Sicilia è stata redatta e inviata agli organi competenti una dettagliata denuncia sullo stato di salute del Palazzo di Giustizia di Palermo.

Leggendo la lettera-denucia si apre uno scenario a dir poco sconcertante, anche se non è un caso unico fra i Palazzi di Giustizia in Sicilia e altrove: i servizi igienici senza nulla di igienico sono il simbolo di questo degrado, che ricade innanzitutto sulla salute delle lavoratrici e dei lavoratori. Un degrado ampiamente annunciato dalle politiche di tutti i governi, che hanno rapinato i servizi pubblici, dalle scuola, alla sanità, alla giustizia, a tutto il comparto del Pubblico Impiego, a favore del PROFITTO.

Continua dopo la foto

Il garage nel palazzo di Giustizia di Palermo

Il testo della lettera dell’ USB PI- Giustizia della Sicilia sulle condizioni igieniche del Palazzo di Giustizia di Palermo

“Palermo – martedì, 25 febbraio 2020

Al Presidente della Corte d’appello di Palermo

Al Procuratore Generale presso la Corte d’appello di Palermo

Al Presidente del Tribunale di Palermo

Al Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Palermo

Oggetto: mancate misure di sicurezza del personale
giudiziario
di Palermo

Illustrissime autorità giudiziarie,
La scrivente O.S. segnala alle SS.LL. diverse criticità presenti nei locali delle diverse strutture giudiziarie di Palermo.
A seguito della nota diramata dal Ministero della Salute, dove vengono elencate alcune misure preventive per evitare il più possibile la diffusione del Covid 19- Coronavirus, è inammissibile che molti servizi igienici del Palazzo di Giustizia di Palermo siano in disuso e i pochi funzionanti siano sprovvisti di prodotti lavamani, essenziale per arginare la diffusione del virus, come previsto dalla nota ministeriale.
L’emergenza impone alle SS.LL. un tempestivo intervento in tal senso, si segnala altresì che i locali dei garage per le auto di servizio si trovano in una condizione pietosa, i pavimenti sono per larga parte dissestate a causa dello scollamento e rottura dei mattoni di materiale cementizio, ciò comporta la dispersione di polveri sottili rilasciate dal massetto sottostante la pavimentazione rotta.
Alla luce di tutto questo, la scrivente confida in un Vostro positivo riscontro, al fine di tutelare la salute dei lavoratori Giudiziari”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui