“Catania, con amore, ricorda Aldo Motta”, a un anno dalla scomparsa

0
90

Una conferenza-spettacolo per ricordare la poliedrica attività culturale di Aldo Motta, giornalista, poeta e scrittore,  a un anno dalla scomparsa.

La manifestazione si terrà giovedì 5 marzo, alle 16,30, a Palazzo Platamone-Palazzo della cultura, in via Vittorio Emanuele, 121. Nato a Licodia Eubea, ma cresciuto a Catania, Motta aveva iniziato attività giornalistica nel Corriere di Sicilia, poi si era dedicato ad una galleria d’arte e nella seconda metà degli anni Ottanta aveva fondato “Incontri” un periodo di cultura e informazione per ritornare alla sua originaria passione. Negli anni successivi aveva scritto diversi libri :“ Un paesino chiamato Acquarosa”, “A Catania con amore”, “Quelle persiane chiuse”, alcuni tra quelli di  maggiore successo, e raccolte di poesie. Negli ultimi anni, pur malato, si era dedicato anche all’attività di editore con il periodico “Il piccolo” e occupandosi di  numerose pubblicazioni.

Il professore Tino Vittorio e Santo Privitera, presidente dell’Associazione culturale Vincenzo Paternò Tedeschi, tracceranno un profilo della sua attività poetica e letteraria, mentre gli amici Annibale Giordani e Ninni Marino il tratto umano. Gianni Sineri, Grazia Pellegrino, Carmelo Sapienza e Giorgio Maltese daranno voce e musica ad alcuni testi di Aldo Motta. Previsti gli interventi di Santino Mirabella, Nello Pappalardo, Antonio Iacona. Saluti istituzionali di Paolo Di Caro, direttore dell’assessorato comunale alla Cultura, che ha concesso il patrocinio, moderatore il giornalista Daniele Lo Porto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui