Disinfezione periferie? Cantarella risponde a Giusti

0
295

Il consigliere FI Agatino Giusti, ringrazia l’assessore Fabio Cantarella per il coordinamento dei lavori di sanificazione, preoccupandosi però del fatto che molte zone periferiche, secondo alcune segnalazioni pervenutegli, non siano ancora state disinfettate.

Pertanto, il consigliere ha dichiarato di mettersi a disposizione della città e dell’Assessorato all’Ecologia per programmare e segnalare le zone che necessiterebbero di tale servizio per cercare di sanificare vicoli e stradine non accessibili ai mezzi da trasporto della disinfezione. “In questa guerra”, afferma Giusti, “dobbiamo utilizzare tutti gli strumenti a nostra disposizione per il contenimento del rischio biologico da Covid-19.”

L’assessore Cantarella, per Freepressonline, risponde così alle perplessità del consigliere:

Per essere nelle condizioni in cui siamo, ovvero quelle di comune in dissesto, rispetto a tutti gli altri comuni, Catania è in largo anticipo: solo adesso, il Presidente Musumeci ha disposto la sanificazione di strade, piazze, scuole, uffici pubblici. Questo procedimento, noi l’abbiamo già iniziato da due settimane, quartiere per quartiere, avviando anche la sanificazione degli istituti scolastici allora; mercoledì pomeriggio, è stata avviata la sanificazione degli uffici comunali, che finiremo entro domenica. Quindi, vorrei tranquillizzare il consigliere. È anche vero, che Catania è molto grande e quindi con le squadre che abbiamo a disposizione, pian piano copriremo tutte le zone, così come programmato; È pacifico, che si parta dai luoghi più frequentati, in quanto siti maggiormente a rischio. Il centro storico, ad esempio, rispetto alle altre parti di Catania ha una mole di visitatori superiore. Lo sappiamo: più persone, più rischio di contagi. Siamo stati in siti strategici come la zona dell’aeroporto, stazioni, mercati, dove l’assembramento di persone è più fitto. Ci siamo mossi con intelligenza.

Alcuni mezzi, però, c’è da dire che non sono idonei ad entrare nelle piccole strade: penso al cannone, che spara fino a 150 metri; non è possibile utilizzarlo in una viuzza visto che è idoneo per strade e piazze principali altrimenti faremmo danno, anziché fare bene; in queste strade, stiamo entrando con altre squadre attrezzate con mezzi che spruzzano da sotto, che quindi non farebbero il danno del cannone. Piano piano arriveremo a fare tutto: ce l’ha chiesto il sindaco, durante la riunione di giunta straordinaria. Ma noi siamo due settimane in anticipo, c’è solo da apprezzare il lavoro fatto dall’amministrazione.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui