Coronavirus, alla Pfizer di Catania secondo contagio. Il primo è stato mortale

0
1946

Alla Pfizer di Catania, azienda multinazionale che produce farmaci, c’è stato un primo caso di contagio del Coronavirus conclusasi con la morte del lavoratore. Adesso c’è un altro lavoratore contagiato. Contagio che riguarda i familiari dei lavoratori e anche altri lavoratori dello stesso stabilimento. Per questi casi si attendono i risultati dei tamponi.

La Confindustria decide la non chiusura della Pfizer

Intanto, si è svolto un incontro in videoconferenza cui hanno partecipato i vertici aziendali della Pfizer e di Confindustria Catania per decidere di riaprire lo stabilimento dopo lo stop di un solo giorno. L’Azienda, sostenuta dalla Confindustria, è per l’apertura, che dovrebbe avvenire lunedì,23 marzo, mentre le segreterie provinciali di Filctem Cgil – Femca Cisl – Uiltec Uil continuano a chiedere la chiusura totale dello stabilimento.

Ma che sicurezza c’è alla Pfizer per la salute dei lavoratori?

Recentemente la Rappresentanza Sindacale Unitaria aveva chiesto “misure cautelative come l’utilizzo delle mascherine, di considerare i contatti con gli isolamenti fiduciari, di adottare un’analisi più attenta dei flussi di personale allo scopo di ridurre assembramenti”. “Misure – denuncia la RSU – adottate da Wyeth Lederle ( nda, la proprietà della Pfizer) in colpevole ritardo, solamente allo scopo di adeguarsi ai decreti che man a mano si sono succeduti. Si chiede un fermo immediato e totale dello stabilimento e faremo tutto quanto in nostro potere affinché venga tutelata la salute dei lavoratori oltre qualsiasi logica finanziaria e di profitto”.

Ieri sera un altro Decreto: Confindustria ci cova?

Sullo stesso argomento, la difesa e la tutela della salute delle lavoratrici e dei lavoratori, l’USB, sul tardo pomeriggio di ieri, ha indetto uno SCIOPERO Generale nazionale di 24 ore del Lavoro Privato e del Pubblico Impiego.
Adesso, però, c’è un nuovo Decreto emanato ieri sera tardi, attraverso una diretta Facebook, dal primer Conte, Decreto che prevede la chiusura delle fabbriche. Comunque, è necessario attendere la pubblicazione del Decreto perché Conte è stato contraddittorio. Ha esordito annunciando che le fabbriche resteranno chiuse, poi ha concluso dicendo che la produzione sarà ridotta ma non si fermerà. Confindustria ci cova?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui