Sparatoria Librino, Bonaccorsi (M5S): “Quartiere senza controllo. Cittadella Giustizia sul mare per farsi gli aperitivi”

0
1135
Foto: Salvo Giuffrida

Sulla sparatoria di Librino ha parlato il consigliere pentastellato Graziano Bonaccorsi durante la seduta straordinaria di due giorni fa, puntando il dito sull’assenza totale delle istituzioni.

Un quartiere, quello di Librino, messo sottosopra dalle Forze dell’Ordine, che cercano disperatamente indizi per capire motivi e dinamiche della sparatoria che giorni fa ha portato all’uccisione di due persone e al ferimento di almeno altre 4 persone. In questo contesto Graziano Bonaccorsi, durante la seduta straordinaria sugli effetti della Legge Severino all’indomani della condanna in primo grado per peculato di Salvo Pogliese, prende la parola.

“A Librino vi è una totale assenza delle istituzioni”, dice Bonaccorsi. Non si può dare di certo torto al consigliere pentastellato. Noi di freepressonline, qualche giorno prima del lockdown eravamo andati di sera nelle strade della droga di Librino, per farci un’idea di ciò che era il quartiere di notte. Quello che abbiamo riscontrato è una realtà surreale, fatta di vedette e spacciatori, quest’ultimi nascosti nei vari anfratti dei giganteschi palazzi. Nessuna macchina delle Forze dell’Ordine, nemmeno una vista per sbaglio. Il consigliere continua: «Io vivo quella periferia e ogni giorno so quando parto e non so se torno a casa. Se domani comincia a scatenarsi la guerra, ci può andare di mezzo chiunque”.

Il portavoce pentastellato fornisce una soluzione. «Da un punto di vista urbanistico si potrebbe fare una cittadella della Polizia. Invece il terreno ha qualche problemino: sottoservizi fognari, amianto. Perché questo sembrerebbe. Quindi no si fa. Invece la cittadella della Giustizia la vogliono davanti al mare per farsi gli aperitivi. Intanto le circoscrizioni muoiono e la gente rischia ogni giorno. I cittadini sono stanchi, anche chi ha votato Pogliese».

Seduta straordianria per discutere il "CASO POGLIESE".

La città è allo sbando, nessuna risposta concreta alle questioni urgenti da risolvere nelle nostre partecipate, per non parlare della totale assenza di un progetto vero per la pianificazione e la rigenerazione urbanistica del territorio. Insomma, una citta' allo sbando, una citta' farwest che merita un futuro diverso rispetto al penoso e triste presente !!!

Pubblicato da Graziano Bonaccorsi su Mercoledì 12 agosto 2020

Nello stesso momento dell’intervento di Bonaccorsi, a Librino i Carabinieri stavano svolgendo delle attività d’indagine, cercando tra i cespugli attigui a via del Maggiolino n.18 (luogo dove è avvenuta la sparatoria giorni fa) presumibilmente bossoli o addirittura qualche arma gettata da i killer in fuga.

Il consigliere Bonaccorsi all’inizio del suo discorso in Aula si è mostrato preoccupato alquanto dell’attuale gestione delle Partecipate e sullo sviluppo del piano urbanistico, intimamente intrecciato con la gestione del territorio da parte dell’Autorità Portuale di Catania.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui