Mezza Paganese pareggia contro un brutto Catania

0
183
Foto: Salvo Giuffrida

Inizio da incubi per il Catania, che dopo la sconfitta in Coppa Italia non riesce ad andare oltre il pareggio contro una Paganese “improvvisata”.

Quattro punti di penalizzazione e tanta necessità di risalire la classifica. Il gioco sembrava facile, visto il modestissimo valore dell’avversario odierno, e quindi scontati i tre punti della vittoria, che nel pessimo rettangolo di gioco del Massimino (ricordiamo che la manutenzione è a carico della società etnea), non arriva.

Al termine dei novanta minuti più recupero per i rossazzurri giunge solo un insperato pareggio, agguantato negli ultimi scampoli di partita con Claiton. Da elogiare sono solo gli avversari, che andati in vantaggio nel primo tempo grazie ad un rigore dubbio assegnato da Perenzoni, si difendono con ordine.

I ragazzi di Raffaele praticamente dormono in campo per tutto il primo tempo. Nella ripresa l’ingresso di Manneh, al posto di un impalpabile Izco, da una vivacità al gioco dei rossazzurri. Ancora è presto per dare giudizi definitivi: parlare di rischio retrocessione è azzardato. Mancavano oggi alcuni giocatori e con il loro recupero è lecito sperare in un campionato tranquillo.

Tabellino

Catania Paganese 1-1

MARCATORI: 13′ Guadagni, 87′ Claiton

CATANIA (3-5-2): Santurro; Silvestri, Claiton, Zanchi (74′ Albertini); Calapai, Dall’Oglio, Rosaia (67′ Vicente), Izco (46′ Manneh), Biondi (74′ Pecorino); Reginaldo (62′ Gatto), Sarao. A disp.: Martinez, Della Valle, Panebianco, Noce, Welbeck, Arena. All. Raffaele.

PAGANESE (3-5-2): Fasan; Sbampato, Schiavino, Cigagna; Carotenuto, Onescu, Bonavolontà, Gaeta (21′ Bramati), Squillace; Isufaj (75′ Perri), Guadagni. A disp.: Bovenzi, Esposito, Di Palma, Perazzolo, Costagliola. All. Erra.

ARBITRO: Perenzoni di Rovereto (Severino-Carrelli).

AMMONITI: Calapai, Bonavolontà, Zanchi, Onescu.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui