PLI Sicilia, Maravigna responsabile politico organizzativo

0
868

In vista delle nuove consultazione politiche e amministrative il Pli Sicilia ha affidato l’incarico di responsabile politico organizzativo a Pietro Ivan Maravigna.

In vista delle elezioni regionali del 2022 e delle tornate amministrative che vedranno interessati importanti centri dell’isola tra cui il capoluogo, il PLI SICILIA dà inizio ad una capillare azione di recupero dell’identità e della presenza liberale sul territorio.
A tal fine il segretario regionale Grazio TRUFOLO, sentiti i dirigenti regionali ed il Presidente nazionale On. Stefano DE LUCA, ha deciso di affidare il ruolo di responsabile politico organizzativo all’Avv. Pietro Ivan MARAVIGNA, storico iscritto del PLI, per decenni amministratore comunale del Comune di Catania e già amministratore delegato della società di gestione dell’aeroporto di Comiso.

Il responsabile politico organizzativo dovrà implementare il tesseramento, curare la nascita ed il potenziamento delle strutture territoriali al fine della celebrazione del prossimo congresso regionale non oltre tre mesi dalla sua nomina.
“I disastri del governo Crocetta che mostrano tutti i limiti delle politiche della sinistra e i risultati non certo brillanti del centrodestra musumeciano a trazione post missina, – ha dichiarato Maravigna nell’accettare l’incarico – rendono necessario, per la Sicilia, un percorso virtuoso in cui i principi di libertà individuale, economica e sociale trovino risposta nelle sedi istituzionali.
Una gestione trasparente ed efficace del sistema sanitario, una reazione alla totale assenza di strategia che sta portando alla desertificazione industriale dell’isola, sono necessità ineludibili di cui può farsi carico solo una forza politica autenticamente liberale.”

Per Trufolo “la guida del Paese non può essere lasciata, in mano agli incompetenti e alle terze linee venute alla ribalta dopo la scomparsa dei partiti tradizionali.
Oggi più che mai, i liberali rappresentano il giusto argine al populismo crescente e alla mala politica. Auspichiamo il ritorno di quella buona Politica che ha fatto grande l’Italia e che i Liberali hanno saputo incarnare”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui