Open Arms, a Palermo udienza preliminare nei confronti di Matteo Salvini, il senatore leghista: “Orgoglioso di quello che ho fatto”

0
160

Dopo Catania per Matteo Salvini, accompagnato dal suo legale di fiducia Giulia Bongiorno, è il momento di cambiare aula bunker: dopo il carcere Bicocca del capoluogo etneo, oggi è il turno del carcere Ucciardone di Palermo, dove è in corso l’udienza preliminare per accusa di sequestro di persona e rifiuto d’atti d’ufficio sui fatti inerenti alla ong spagnola Open Arms.

Il giudice stabilirà se disporre il processo a carico del leader della Lega o il suo proscioglimento. L’udienza si terrà a porte chiuse.

Il segretario leghista, arrivato ieri nel capoluogo siciliano, si è detto dispiaciuto per lo spreco di tempo da parte della giustizia italiana che distoglie, concentrandosi sul suo operato di ex Ministro, l’attenzione dai delinquenti veri.

Se lo rifarei? Non lo rifarei, lo rifarò. Lo dico in anticipo. Salvare vite, combattere i trafficanti di esseri umani e proteggere i confini di un paese sono un dovere”

E aggiunge, riferendosi alla situazione attuale di governo:

Non è mai momento adatto per tenere fermo un paese e litigare sulle poltrone. Questo è il meno adatto tra gli adatti”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui