Verso Catania Palermo, i precedenti e le curiosità

0
216
Matteo Di Piazza Foto: Salvo Giuffrida

Mercoledì sera allo stadio Angelo Massimino Catania e Palermo giocheranno il loro 74° derby. Da quando esiste la Serie C a tre gironi è la prima volta che le due squadre si affrontano al Massimino.

Catania e Palermo si sono incontrati già in 73 occasioni. Il bilancio complessivo è a favore dei rosanero con 22 vittorie 35 pareggi e 16 sconfitte. La storia delle sfide inizia il 25 dicembre del 1935, quando il Catania, in una partita di Coppa Italia, si impose per 1-0 con la rete di Franzoni al 25°. Per vedere i rossazzurri nuovamente trionfare si dovette aspettare l’11 dicembre del 1966, quando in Serie B il Catania vinse per 1-0 grazie alla rete di Carelli al 85°. Nel corso degli anni seguirono 12 vittorie per gli etnei che superarono il Palermo per l’ultima volta il 18 dicembre 2011 con il risultato di 2-0 grazie alle reti di Lodi su punizione e Maxi Lopez su rigore.

Catania Palermo: i precedenti in serie C- Girone B al Massimino

Da quanto la Serie C è suddivisa in tre gironi Catania e Palermo è la prima volta che s’incontreranno al Massimino. Ai piedi dell’Etna il bilancio è a favore dei rossazzurri: 12 vittorie, 18 pareggi e 5 sconfitte. L’ultima vittoria dei rosanero al Massimino (1-2) risale al 2 febbraio del 2007: la partita maledetta dei disordini in cui morì l’ispettore Raciti.

In Serie C – girone B le due squadre si sono incontrate nell’impianto di piazza Spedini in altre 6 occasioni: per 3 volte finì 1-1, in due occasioni 0-0 e solo una volta il Catania riuscì a vincere. Era il 9 dicembre 1990 (1-0).

Solo tre volte il derby si è giocato di mercoledì e solamente in un’occasione alle ore 20.30: il 20 settembre del 2006, quando il Palermo, nella sfida valida valida per la terza giornata di Serie A, vinse 5-3 al Renzo Barbera. Per nove volte la partita si è giocata nel mese di marzo: 5 pareggi e 2 due vittorie per parte. Ancora negli occhi dei tifosi etnei vi è impresso il gol di Mascara da centro campo segnato al Barbera. Visti i tempi di magra, meglio dimenticare che vivere di ricordi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui