Catania, i controlli della Guardia di Finanza nei giorni pasquali – VIDEO

0
143

Catania, i controlli della Guardia di Finanza per il rispetto della normativa anti-Covid nel periodo pasquale: elevate 7 sanzioni amministrative su terra e 3 via mare.

I militari del Comando Provinciale di Catania hanno partecipato con i loro presidi nella capillare attività di vigilanza al fine di garantire l’attuazione delle misure per fronteggiare l’emergenza epidemiologica da COVID-19.

L’obiettivo dell’azione svolta dalle Forze dell’Ordine è quello di accelerare l’uscita da questo stato di restrizione generale ed evitare che i tempi di emergenza si allunghino a causa dell’ulteriore diffusione dei contagi.

Durante la scorsa settimana, coincidente con le chiusure disposte dal governo in prossimità delle festività pasquali, le Fiamme Gialle etnee hanno partecipato con 93 uomini al servizio di controllo coordinato dalla locale Questura, verificando che i 252 cittadini trovati fuori dalle proprie abitazioni avessero comprovate esigenze o motivi urgenti e che i 53 esercizi commerciali fossero autorizzati all’apertura. Sono state elevate solo 7 sanzioni amministrative, di cui 3 rivolte a diportisti della provincia.

La fondamentale attività di controllo per mare ha permesso di riscontrare, ancora una volta, che alcuni diportisti amanti della pesca sportiva, non temendo i possibili controlli organizzati per mare dalla Sezione Operativa Navale della Guardia di Finanza di Catania, erano intenti a pescare in ore notturne nelle acque antistanti il Porto dell’ “Etna” di Riposto, nonostante le restrizioni dettate dalla pandemia. Due le imbarcazioni individuate a breve distanza l’una dall’altra e 3 le persone complessivamente sanzionate.

Nel calatino è stato sanzionato un “turista” proveniente da Niscemi, in provincia di Caltanissetta, che senza giustificato motivo transitava fuori dal comune di appartenenza in quanto probabilmente attratto dalle bellezze di Caltagirone.

I baschi verdi della Compagnia Pronto Impiego di Catania hanno inoltre proceduto a notificare la chiusura per 5 giorni alla titolare di un chiosco nel centro cittadino etneo, elevando un’ulteriore sanzione amministrativa nei confronti del dipendente che stava mescendo al banco delle bevande a due avventori i quali, alla vista dei militari, si allontanavano velocemente.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui