Bando gara rifiuti: Il Lotto centro non ha avuto offerte. Le polemiche della Fiadel e la replica di Cantarella

0
1364
Cassonetti rifiuti via San Giacomo Catania. Foto: Salvo Giuffrida

Due ditte hanno partecipato al bando gara sull’affidamento settennale della gestione rifiuti. Il lotto Centro è andato deserto. La Fiadel: “Esclusi alla seduta di apertura buste”. Cantarella: “Gara trasparente e fatta secondo legge”.

Stamattina presso gli uffici dell’Urega di Catania l’apertura delle buste contenenti le offerte presentate per l’assegnazione del servizio gestione rifiuti a Catania. Il bando era andato per cinque volte di fila deserto. Da quanto appreso dalla nostra redazione il Lotto Centro non ha avuto nessuna offerta.

Carmelo Condorelli coordinatore provinciale della Fiadel lamenta il fatto che l’apertura delle buste non si stia facendo con evidenza pubblica. “Generalmente – riferisce Condorelli – veniva dato accesso tramite un link ai delegati delle aziende e agli uditori. È stato dato solo un link all’azienda solo perché il delegato della Ecocar ha minacciato di chiamare i carabinieri. Però la seduta della commissione non è di evidenza pubblica perché non si vede chi è della commissione. Nel link mandano solo le comunicazioni senza dare la possibilità di intervenire”. Il sindacalista riferisce a freepressonline che il lotto Centro non ha avuto offerte, mentre la EcoCar ha partecipato ai lotti Nord e Sud, mentre la Super Eco al lotto Nord. Di tale notizia arriva l’ufficialità dopo l’ora di pranzo attraverso il verbale della seduta fatto pervenire a questa redazione

L’assessore all’Ecologia del Comune di Catania, Fabio Cantarella, contattato telefonicamente dalla nostra redazione dichiara: “La Fiadel prima sosteneva che la gara era stata fatta male e che sarebbe andata deserta come al solito, ora ha preso atto che qualcuno vi ha partecipato e continua in qualche modo a cercare di interferire con il procedimento, anche lanciando notizie allarmanti come questa (mancanza di trasparenza ndr.). Ci dispiace, ne prendiamo atto. Si metta il cuore in pace, se ne faccia una ragione perché la gara è stata fatta con il rispetto di tutti i regolamenti e le leggi. Addirittura abbiamo recepito per la prima volta le indicazioni dell’Anac come quella di dividere la gara in macrolotti. Quindi è una gara fatta con la massima trasparenza e legalità. Per chi pensava di andare avanti con la vecchia gara, che danneggiava i cittadini, sono finiti i privilegi. Per colpa di quella gara, che era inefficace, i cittadini catanesi sono stati costretti a pagare la Tari più alta d’Italia. Chi pensa di attaccare questa gara se ne faccia una ragione. Catania ora volterà pagina. Io sono qui a vigilare e se sarà necessario farò ulteriori esposti in Procura”.

Sul fatto che il lotto Centro pare non abbia avuto offerte Cantarella commenta: “Aspetto comunicazioni ufficiali e comunque non sarebbe un problema perché per un singolo lotto possiamo valutare altre soluzioni con la Srr a cui il comune aderisce, srr che è la stazione appaltante”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui