1 giugno, sciopero di 24 ore dei lavoratori AST SpA

0
377

L’1 giugno si svolgerà per 24 ore lo sciopero dei lavoratori di AST SpA dovuto al mancato rinnovo contrattuale. I sindacati: << E’ una situazione paradossale, imbarazzante e al limite della sopportazione che non possiamo più tollerare ed accettare >>.

Il mancato rinnovo del CCNL autoferrotranvieri, scaduto da tre anni, costringe ancora una volta questi ad effettuare il terzo sciopero nell’arco di breve tempo, portando la categoria degli autoferrotranvieri ad incrociare le braccia a scapito di chi, per svariati motivi, ha necessità di utilizzare i mezzi pubblici.

Risulta, peraltro, che l’azione di sciopero del prossimo 1 giugno in Sicilia sarà acuita dall’esasperazione dei lavoratori dell’Azienda Siciliana Trasporti (socio unico Regione Siciliana).

L’azienda regionale soffre ormai da anni di una grave carenza di forza lavoro (circa 400 unità) e, per vincoli imposti dal legislatore regionale, non può assumere nuovo personale né tantomeno procedere alle progressioni di carriera del personale interno. Per colmare il vuoto dell’organico, AST SpA ha impegnato oltre 200 lavoratori in somministrazione, soprattutto nei servizi connessi all’esercizio quali: autisti e operai d’officina.

La posizione dei sindacati regionali di categoria al riguardo (Gaetano Bonavia – filt cgil,  Dionisio Giordano – fit cisl, Aldo Moschella – faisa cisal e Giovanni Lo Schiavo – fast confsal):

<< E’ una situazione paradossale, imbarazzante e al limite della sopportazione che, come sindacati, non possiamo più tollerare ed accettare >>.

<< Il governo regionale, malgrado le nostre sollecitazioni e manifestate preoccupazioni, continua a fare orecchie da mercante. L’ultima nota indirizzata al governo regionale, con la quale abbiamo reiterato la nostra incondizionata disponibilità ad essere ascoltati per rappresentare le ragioni dei lavoratori, è stata trasmessa lo scorso venerdì e ad oggi attendiamo ancora riscontro >> proseguono i sindacalisti.

<< Ci spiace registrare da parte del governo regionale l’indisponibilità ad un confronto di merito e di prospettiva con le nostre OO.SS. maggiormente rappresentative in azienda,   nell’interesse aziendale e dei lavoratori dipendenti, nonostante l’impegno  profuso dagli stessi, soprattutto negli ultimi anni, durante la gestione Tafuri >> concludono i sindacati.

Per queste motivazioni, giorno 1 giugno 2021, davanti la sede dell’Assessorato Bilancio e Finanze (via Notarbartolo), dalle ore 9.00 alle ore 11.00 si svolgerà il presidio dei lavoratori di AST SpA.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui