Eutanasia a donna di Paternò, chiesti 3 anni e 4 mesi

0
461

La Procura etnea ha chiesto la condanna a tre anni e 4 mesi di reclusione per Emilio Coveri, presidente dell’associazione exit-italia accusato di istigazione al suicidio.

L’uomo spinse verso il l’eutanasia, avvenuta in Svizzera nel 2019, una donna di 47 anni della provincia di Catania, non malata terminale ma sofferente di una grave forma di depressione. La richiesta è stata avanzata dal procuratore aggiunto Ignazio Fonzo e il sostituto Andrea Brugaletta al Gup Marina Rizza, davanti la quale si celebra il processo col rito abbreviato. La madre, la sorella e tre fratelli della donna, costituitisi parte civile hanno anche loro avanzato la richiesta di condanna. L’imputato Emilio Coveri, presidente di Exit-Italia, secondo l’accusa, basata sulle indagini dei Carabinieri e della Polizia Postale, avrebbe anche spinto la donna ad iscriversi all’associazione da lui presieduta. Il processo è stato aggiornato al prossimo 16 settembre con la discussione della difesa.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui