Belpasso, il falso storico della Chiesa di Sant’Anna

0
307
in foto il progetto della Chiesa di Sant'Anna

É arrivato il momento di fare chiarezza e fugare ogni dubbio circa il restauro della chiesa di Sant’Anna: il curatore del progetto Carmelo Russo afferma che si tratta di un falso storico.

Da diversi giorni i lavori della ristrutturazione e restauro conservativo della chiesa di Sant’Anna di Belpasso, sita nel quartiere di Borrello, hanno acceso il dibattito pubblico. La scelta di ricoprire le antiche mura in cocciopesto con coltre d’intonaco bianco e grigio non è stata sposata dai belpassesi i quali avrebbero voluto custodire per sempre il ricordo della chiesa con le sue mura in muratura in modo da tramandarne la storia e la bellezza di generazione in generazione.

foto d’epoca risalente agli anni 70, le mura della chiesa presentano l’intonaco

A tal proposito l’assessore ai lavori pubblici Davide Guglielmino insieme all’architetto nonché progettista Carmelo Russo hanno spiegato che a partire da una progettazione commissionata ad alcuni professionisti dalla parrocchia di Borrello a firma del Sacerdote Don Angelo Lello hanno disegnato un progetto per il restauro della chiesa. La realizzazione di questo progetto è stata possibile grazie ad un finanziamento pubblico ed è stato posto al vaglio di tutti gli enti preposti per poi essere approvato dalla Soprintendenza per i Beni Culturali di Catania che ha avvallato le variazioni suggerite dagli ingegneri a causa dall’instabilità della chiesa. L’architetto Carmelo Russo ha appurato che già dagli anni 70 le fronti principali della chiesa presentavano l’intonaco che inseguito venne scrostato riscoprendo le antiche mura: ecco spiegato il “falso storico”.

in foto l’approvazione del progetto da parte della Curia Arcivescovile di Catania, ufficio per i Beni Culturali

Abbiamo intervistato l’assessore ai lavori pubblici Davide Guglielmino e l’architetto Carmelo Russo, i quali hanno espletato le motivazioni e le decisioni prese al fine di completare il progetto dei “padri costruttori”. Infine abbiamo intervistato il presidente della Pro Loco di Belpasso Tony Carciotto che ci ha fornito un quadro storico ed artistico portandoci a ritroso nel tempo alla scoperta della storia della chiesa di Sant’Anna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui