Il Premio Aci e Galatea di Acireale per valorizzare il talento e l’eccellenza

0
534

Con il premio Aci e Galatea per una sera Acireale ha vissuto un momento di ritrovata normalità.

Piazza Duomo ha infatti ospitato l’edizione numero 56 dello storico riconoscimento che ogni anno viene assegnato a personalità che si sono particolarmente distinte e che sono un esempio positivo. Lo spirito del premio è proprio questo. Quest’anno l’ambita statuetta è stata assegnata a Luca Madonia (cantautore), Emma D’Aquino (giornalista), Massimiliano Ossini (presentatore tv), Bruno Torrisi (attore), Matteo Collura (scrittore), Giulio Maira (medico) e la Start-up YITH rappresentata da Nando Pappalardo (imprenditore). Per la sezione “Giovani up” un riconoscimento è stato assegnato a Sebastiano Tosto, studente del Liceo Scientifico di Acireale. La finalità del premio è dare valore al talento, premiando l’eccellenza. “Il premio – spiega Salvo Noè, organizzatore – oltre a rappresentare un momento socializzazione, più che mai necessario, è anche un modo per offrire una vetrina ad esempi positivi, nella speranza che si crei un effetto imitazione. L’esempio è il veicolo migliore per offrire uno stimolo ad osare”.
La serata, arricchita da momenti musicali con la Movida small orchestra, è stata presentata da Ruggero Sardo che ha saputo, come sempre, cucire i vari momenti regalando al pubblico presente una serata gradevole e frizzante. Particolarmente toccante il momento dedicato a Franco Battiato, ricordato attraverso un video e con le parole di Luca Madonia. Stupore e ammirazione ha suscitato la storia dell’imprenditore Nando Pappalardo che da venditore di pesce è diventato leader mondiale nella realizzazione di plug in per word press. Ha poi molto colpito l’intervento dello studente Sebastiano Tosto, “campione” nello studio, nell’impegno sociale e nel dare una mano all’attività di famiglia. Quest’anno il premio ha spaziato dalla medicina, con gli studi e i lavori di Giulio Maira, il giornalismo, con la carriera e la professionalità di Emma D’Aquino, il teatro e il cinema, con Bruno Torrisi e i suoi successi, anche televisivi, con la cultura, attraverso lo scrittore Matteo Collura esempio concreto di come i libri possono aiutare la crescita e la conoscenza, la tv e la scoperta, con Massimiliano Ossini, impegnato da anni a far conoscere la straordinaria bellezza dell’Italia ad alta quota, la musica, con Luca Madonia, un cantautore che ha saputo seguire le evoluzioni del tempo, creando un proprio stile musicale.
L’evento ha in qualche modo aperto la stagione estiva acese e fatto vivere ai presenti un momento di spensieratezza. La Movida small orchestra, con la voce di Giada Carcione, ha avuto il compito di proporre dei momenti musicali ad hoc il cui apprezzamento è stato sottolineato dagli applausi del pubblico.
La manifestazione è stata organizzata dall’associazione culturale Akis Regale, dalla NoèCom, in collaborazione con il Comune di Acireale e diversi sponsor privati.
Massima attenzione è stata riservata dagli organizzatori all’accesso del pubblico e al suo distanziamento, rispettando le normative anti Covid. Un aspetto molto apprezzato e che ha consentito di godere di un evento dal vivo in totale sicurezza.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui