Festival Lirico dei Teatri di Pietra apre con l’omaggio al grande Pippo Di Stefano

0
105

Debutto il 24 luglio in grande stile per la manifestazione prodotta dal Coro Lirico Siciliano. 

E’ tempo di anniversari. E in questo segno si avvicina il gran debutto del Festival Lirico dei Teatri di Pietra 2021, che, giunto alla sua terzo anno di attività, si presenta con una straordinaria edizione, che vuole rendere omaggio ai tanti importanti anniversari che ricorrono in questo anno davvero particolare, che riguardano celeberrimi artisti quali Dante Alighieri, Franco Battiato, Giuseppe Di Stefano, Ennio Morricone, Astor Piazzolla, Giuseppe Sinopoli.

24 luglio: il debutto. La serata di gran gala che darà il via al festival, si terrà il 24 luglio alle ore 21, giorno del centesimo compleanno di Pippo Di Stefano, nella splendida cornice della Piazza del Castello di Motta Santa Anastasia, città natale dell’indimenticato tenore, cui sarà anche dedicata nel pomeriggio una tavola rotonda con alcuni tra i più prestigiosi musicologi che discuteranno dell’immenso lascito artistico del grande cantante lirico siciliano.

L’evento, diretto da Francesco Costa e presentato da Giuseppe Montemagno, vedrà la partecipazione del Coro Lirico Siciliano e del tenore siciliano in piena ascesa Enea Scala, che riceverà, per l’occasione, anche il prestigioso Premio Internazionale Giuseppe Di Stefano.

Saranno eseguite alcune delle più belle pagine tratte da La Traviata, Il Trovatore, Macbeth, Nabucco, La Figlia del Reggimento, oltre alle indimenticabili romanze che hanno reso ancor più celebre il Maestro nel mondo.

L’ingresso sarà libero con prenotazione obbligatoria in ossequio alle normative anti Covid; la prenotazione può essere effettuata inviando una mail a castellonormanno@comune.mottasantanastasia.ct.it o telefonando allo 095 30 92 02.

La serata di gala costituirà una magnifica anticipazione dei primi eventi del festival (che proseguirà per tutto agosto e fino a metà settembre), che vedranno ancora il Coro Lirico Siciliano protagonista in Cavalleria Rusticana,

che debutterà il 4 agosto, ore 21, nella straordinaria cornice del Giardino Vincenzo Bellini di Catania, riportando l’opera lirica dopo oltre un ventennio nel bellissimo sito.

Questo rappresenta un importante tassello nella vita culturale della città di Catania, in quanto la Villa Bellini un tempo era sede naturale estiva degli spettacoli; per più di un ventennio, ciò non è più avvenuto ed è quindi una occasione storica che riapre le porte del grande polmone verde cittadino all’opera lirica. E cresce l’attesa per uno degli eventi più interessanti inserito nell’ampio programma del festival: Cavalleria Rusticana più sequel, dodici anni dopo. Una grande orchestra per l’occasione, la Filarmonica di Calabria diretta da Filippo Arlia che ne è anche il fondatore e un cast dove figurano personalità di grande spicco come Piero Giuliacci e Patrizia Patelmo, diretti con la regia di Pierfrancesco Maestrini. Nella seconda parte della serata sarà realizzato il sequel di Cavalleria, 12 anni dopo, di Mario Menicagli. In prima esecuzione mondiale potremo sapere cosa è accaduto 12 anni dopo la conclusione del dramma verista di Pietro Mascagni, con l’ingresso di personaggi come Turidduzzu, figlio di Santuzza e Turiddu e l’uscita di Alfio di prigione, con la richiesta di perdono alla comunità.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui