È Argento per l’acese Daniele Garozzo

0
147

Il fiorettista etneo, Campione Olimpico in carica, dopo aver vinto la medaglia d’oro a Rio2016, conquista una preziosa medaglia d’argento in Giappone.

Il bis è stato solo sfiorato, il siciliano è stato sconfitto solo in finale dal portacolori di Hong Kong, Ka Long Cheung per 15-11. Lacrime d’amarezza ma anche tanto orgoglio per il 28enne siciliano, protagonista di una gara strepitosa.

La giornata dell’acese si era aperta nei 16esimi di finale con una vittoria contro il portacolori dell’Egitto, Hassan, con un secco 15-6. Negli ottavi di finale soffre tanto ma non molla mai Garozzo contro il giapponese Mitsuyama: finisce 15-14 per il siciliano delle Fiamme Gialle dopo un rush conclusivo di match batticuore.

Per Daniele Garozzo la marcia continua con un grande match nei quarti di finale, vinto 15-10 sul francese Enzo Lefort con tanto di urlo liberatorio di gioia che lo porta in semifinale. Qui incrocia il giapponese Shikine, ma gestisce benissimo l’assalto che termina 15-9. In finale, complici anche dei problemi fisici che lo costringono a chiedere l’assistenza medica, subisce l’avanzata di Ka Long Cheung. Fino al 9-10 entrambi i fiorettisti sono in partita, poi Cheung prende il largo e conquista il titolo olimpico che cinque anni fa era stato di Garozzo con il punteggio finale di 15-11. Sul terzo gradino del podio sale il ceco Alexander Choupenitch.

Le reazioni

Daniele Garozzo: “Fa molto male – questa la prima reazione del fiorettista azzurro – c’è poco da dire, ho lasciato troppo spazio al centro, ma non avevo le gambe per difendere tutta la pedana, ho avuto un problema fisico, e poi il mio avversario ha tirato benissimo, mettendo stoccate importanti”.

A proposito del problema muscolare.

“Ho avuto i crampi, mi era già capitato durante la giornata, è stato un lungo cammino, un percorso lungo e impegnativo. Di certo in semifinale ho tirato molto meglio”.

Arturo Torregrossa, Presidente FederScherma Sicilia: “Ero sicuro che avrebbe conquistato la medaglia d’oro vedendo la semifinale superata con la classe e la caparbietà tipici di Daniele. In finale qualche problema fisico lo ha limitato ma resta sempre il numero 1”.

Sebastiano Manzoni, Consigliere acese della Federazione Italiana Scherma, fino a poche settimane fa Presidente FederScherma Sicilia: “Un grandissimo risultato!!!!! Peccato, è arrivato stremato alla finale. Ma comunque rimane sempre una grande impresa. Un grandissimo Campione!!!”

 

FIORETTO MASCHILE – Tokyo, 26 luglio

Finale 1/2

Cheung (Hkg) b. Garozzo (ITA) 15-11

 

Finale 3/4

Choupentich (Cze) b. Shikine (Jpn) 15-8

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui