Italexit sui licenziamenti della Regione nel settore formazione

0
922

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Italexit con Paragone sul licenziamento da parte della Regione Siciliana de il Formez Pa.

La Formazione Professionale può continuare a fidarsi dell’Amministrazione Regionali che li ha traditi da diversi anni?

La lettera del Presidente della Regione Siciliana che licenzia il 14/07/2021 il FORMEZ PA non punisce l’Assessore Regionale dell’Istruzione e della Formazione Professionale, ma il comparto della Formazione Professionale che sperava nella riqualificazione dalla fatidica data della legge di stabilità regionale  n. 9 del 12/05/2020, nonché  della Deliberazione della Giunta Regionale n. 542 del 19 novembre 2020.

L’Avviso pubblico prevedeva corsi di riqualificazione per l’occupabilità, della Formazione Professionale, all’epoca assegnati al FORMAZ PA. La nota n. 15789 del 14/07/2021 del Presidente della Regione Siciliana non chiarisce da chi verrà sostituito il Formez, e neppure le motivazioni di questa drastica decisione in piena campagna elettorale.

C’è da chiedersi perché proprio adesso quando si sapeva che l’Assessore Roberto Lagalla era o è ancora nel consiglio direttivo del FORMEZ PA.? Ci chiediamo e chiediamo: Cosa accadrà alla Formazione Professionale? Gli ex lavoratori saranno ugualmente riqualificati da un altro organo e quando? La Formazione Professionale può continuare a fidarsi dell’Amministrazione Regionali che li ha traditi da diversi anni? Le domande richiedono un’attenta ed immediata risposta, perché non si può più attendere.

“Cosa accadrà a noi” è questa la domanda che si chiedono i lavoratori come Tiziana Iocolano che ha scritto al Presidente una lettera per sapere se verranno ugualmente riqualificati da un altro organo. La risposta alla domanda iniziale “La Formazione Professionale può continuare a fidarsi dell’Amministrazione Regionali che li ha traditi da diversi anni?” è NO.

Italexi Sicilia, sempre vicina ai lavoratori della Formazione Professionale, con Santo Musumeci, componente del Coordinamento regionale, illustrerà in maniera più articolata la posizione del partito con una diretta su Facebook con diversi ospiti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui