Bronte, uccide la moglie e tenta il suicidio

0
214
Ada Rotini, foto profilo Facebook

A Bronte un uomo di 47 anni ha ucciso la moglie colpendola alla gola con un coltello. Successivamente con la stessa arma si ferito all’addome nel tentativo di togliersi la vita.

Ancora una tragedia, ancora un femminicidio. Stavolta è successo a Bronte dove Filippo Asero di 47 anni ha accoltellato la sua coniuge Ada Rodini di 46 anni, tentato successivamente il suicidio. Il fatto accade nel giorno dell’udienza di separazione tra i due. L’uomo è ora ricoverato all’ospedale Cannizzaro di Catania.

Nella vita di Asero vi è l’ombra di un delitto. Il 10 dicembre fu arrestato a Bronte per l’omicidio di Sergio Gardani, 32 anni, tre giorni prima vittima di un agguato mafioso, maturato nell’ambienti di una lotta interna ad un clan per il controllo delle estorsioni e del traffico delle sostanze stupefacenti. Asero fu condannato in primo grado all’ergastolo, successivamente fu assolto in appello per non aver commesso il fatto.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui