Pnnr, Foti (Attiva Sicilia): “In arrivo finanziamenti per periferie e smart city delle Aci”

0
133
Angela Foti, credits qds.it

Pnnr | Foti (Attiva Sicilia): “In arrivo finanziamenti per le periferie e 12 milioni per la smart city delle Aci. Soddisfazione per aver raggiunto importanti obiettivi”.

La deputata di Attiva Sicilia Angela Foti ha espresso soddisfazione per l’arrivo dei finanziamenti, derivanti dal Pnrr, per la Sicilia. Nello specifico saranno finanziati con 116 milioni 8 progetti nell’ambito del Pinqua (progetto innovativo nazionale per la qualità dell’abitare). Mentre oltre 12 milioni saranno destinati alla Smart City delle Aci, in provincia di Catania.

“I fondi che arriveranno rappresentano un traguardo per tutta l’Isola. Si potrà finalmente investire per contrastare l’emergenza abitativa in realtà come Messina – con l’addio alle baraccopoli -, Trapani e Gela creando nuove soluzioni per la rigenerazione urbanistica e sociale del territorio”.
“Parimenti importante è il finanziamento di oltre 12 milioni per il territorio delle Aci. Un finanziamento che ha premiato la cooperazione tra i territorio e la sinergia tra i vari Comuni che porteranno benefici per i cittadini e per la qualità della vita. Attiva Sicilia – prosegue Foti – già lo scorso anno aveva presentato, con il capogruppo Sergio Tancredi, un ordine del giorno approvato dall’aula proprio sulla proposta della Smart city delle Aci che indicava l’amministrazione Alì del Comune Acireale come capofila, cercando così di intercettare i finanziamenti volti alla riqualificazione dei centri urbani, alla riduzione del disagio abitativo e alla inclusione sociale”.

“Ci avevamo visto lungo alla luce dei risultati. I partner della smart city delle Aci (i comuni di Aci Catena, Aci S. Antonio, Aci Bonaccorsi, Valverde e l’IACP di Acireale) hanno fatto sistema e la presentazione del progetto – tramite la Regione -, proprio l’ultimo giorno utile prima della scadenza dei termini. Ciò ha permesso l’ottenimento dei fondi. Ringrazio quindi il governo regionale per aver creduto al progetto, specie l’assessore Falcone, e il Ministero delle infrastrutture in qualità di autorità di gestione”.

“La smart city delle Aci è un progetto ambizioso che prevede la creazione di 50 alloggi, di un centro diurno per anziani, di un polo della cultura attraverso il recupero del Convento del Carmine e la realizzazione di piste ciclabili per 30 km nonché la riqualificazione di un parco urbano a Valverde. La sfida adesso sarà rimanere al passo con il cronoprogramma previsto per la realizzazione delle opere”, conclude la deputata.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui