Operazione “Promise Land”: condanne per 136 anni di carcere

0
322

Sono undici le persone ad essere state condannate, con il rito abbreviato, per associazione a delinquere finalizzata alla tratta di persone, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina e sfruttamento della prostituzione.

Le indagini della Sezione Criminalità Straniera e Prostituzione e coordinate dalla D.D.A etnea, erano scaturite da delle dichiarazioni rese il 7 aprile del 2017 da una giovane donna nigeriana giunta al porto di Catania a bordo della motonave “Aquarius” della OnG “S.O.S. Mediterranée”. Alla Polizia la donna aveva raccontato di aver lasciato il suo paese perché convinta da un connazionale di nome “Osas”, che le aveva proposto di raggiungerlo in Italia, promettendole un lavoro lecito e  anticipandole le spese del viaggio. Dal racconto però emergevano dettagli sul reclutamento in Nigeria, che avveniva tramite riti voodoo e sotto minacce.

Dalle indagini è emersa l’esistenza di un’organizzazione che operava in più Stati. In Italia era presente una cellula con a capo Osazee Obaswon, che era in stretto contatto con le componenti presenti in Libia e Nigeria. In sintesi, In Nigeria vi era il reclutamento, in Libia veniva organizzato in Italia, dove le giovani donne venivano perlopiù avviate alla prostituzione. L’associazione aveva tratto guadagni per 1,2 milioni di euro.

Di seguito le condanne Emesse dal Gip di Catania:

  1. OBASWON Osazee (cl.’87), anni venti di reclusione;
  2. ARASOMWAN James (cl.’88), anni otto mesi sei di reclusione e 14.800,00 euro di multa;
  3. BENSON Macom (cl.’91), anni dodici di reclusione;
  4. WILLIAM Tessy (cl.’91), anni quindici mesi sei di reclusione;
  5. OGHOGHO Evelyn (cl.’94), anni nove mesi otto di reclusione;
  6. EKAIRIA Faith (cl.’81), anni tredici di reclusione;
  7. NOSA Joy (cl.’78) anni quindici mesi quattro di reclusione;
  8. OGBEIWI Nelson (cl.’84), anni dodici mesi sei di reclusione;
  9. JOHN Belinda (cl. ’80), anni sei di reclusione e 12.000 euro di multa;
  10. AIWUYO Rita (cl. ‘72), anni tredici mesi quattro di reclusione;
  11. UWADIAE Julius (cl. ’78), anni dieci di reclusione.

La sentenza sopra indicata va ad aggiungersi ad altre sentenze di condanna già emesse in precedenza: nel periodo decorrente dal mese di luglio 2018 al mese di luglio 2021 sono stati complessivamente irrogati 545 anni di reclusione nei confronti di numerosi autori del delitto di tratta di esseri umani, tratti a giudizio dalla DDA di Catania a seguito di lunghe e complesse indagini, curate per la maggior parte dalla Squadra Mobile di Catania.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui