Campanella Sturzo: ancora invasioni barbariche

0
280

Il plesso dell’Istituto Campanella Sturzo, di viale Bummacaro a Catania è stato oggetto, nella nottata, di un atto vandalico. Le richieste d’intervento di Scuderi e Russo e l’amarezza, per l’accaduto dell’assessore Mirabella.

Non hanno rubato nulla di che.  Solo carta igienica e matite, ma è inquietante che nel giro di poche settimane il plesso di viale Bummacaro m.3 a Librino sia stato oggetto di un’altra invasione barbarica. Niente di buono per una città in cui il consueto rischia di passare per normale. L’ulteriore visita alla Campanella Sturzo, lasciata da questa orda selvaggia, con tutto all’all’aria indigna le mamme dei bambini che frequentano il plesso di Librino e non solo.

Stamani siamo stati svegliati da due consiglieri comunali, entrambi attivi in quel territorio. Angelo Scuderi era indignato dell’accaduto: “Non è possibile che ancora succedano questi episodi – dice a freepressonline – si devono prendere provvedimenti seri. Vi è di bisogno urgentemente della video sorveglianza o di un pattugliamento della zona. Le mamme dei bambini di quell’istituto non ne possono più. Chiedo al sindaco Salvo Pogliese di prendersi carico e fare di tutto per risolvere questa problematica”.

Santo Russo a freepressonline esprime il suo stato di amarezza: “Le periferie devono avere l’attenzione giusta dell’amministrazione e dello Stato. In quella scuola ci vanno i nostri figli ed è corretto che queste cose non accadano”, insistendo anche lui sull’istallazione di un sistema di video sorveglianza.

A dire il vero, il sindaco di Catania Salvo Pogliese, in un incontro con il Prefetto Maria Carmela Librizzi ha già sollevato il problema. Si aspettano soluzioni definitive.

L’assessore Barbara Mirabella, contattata da freepressonline, ha esternato anche lei la sua amarezza per l’episodio, e ha aggiunto che sono stati deliberate delle somme per riparare i danni alle finestre della scuola.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui