Catania, Partito Democratico su avversità meteo e danni agricoltura

0
279

Villari (PD): “Fondi nazionali e regionali per far ripartire il comparto”.

“La provincia di Catania è in ginocchio, gli eventi meteorologici estremi abbattutisi nelle ultime settimane sulla Sicilia orientale hanno assestato un duro colpo alle aziende agricole, ancora in attesa dei ristori di tre anni fa. Tuttavia, con le dovute misure da attivare in tempi rapidi, vi sono margini per risollevare il comparto primario”.

È quanto dichiara il segretario provinciale del Partito Democratico, Angelo Villari, alla luce della grave situazione nelle campagne etnee provocata dell’alluvione di ottobre e dalle piogge di questi giorni, che hanno causato ingenti danni alle produzioni, ma anche di natura idrogeologica, con la rottura degli argini di tanti torrenti, e di natura strutturale, con l’interruzione di arterie principali, strade interpoderali e linee ferrate.

“Sosteniamo l’appello delle associazioni dei produttori agricoli, dei sindacati e dei sindaci dei comuni della provincia di Catania – aggiunge Villari –, affinché in sede regionale venga costituita una cabina di regia che provveda all’attivazione di tutti i finanziamenti nazionali e regionali in grado di rimettere in carreggiata la nostra agricoltura in pochi mesi, a cominciare dalle misure del Psr a favore del territorio e delle aziende, che la Regione Siciliana dovrebbe mettere subito a disposizione. È inammissibile che ancora non siano stati erogati i risarcimenti danni per gli eventi avversi del 2018: le risorse sono disponibili, ma sono bloccate a causa di lungaggini burocratiche. E qui appare evidente l’ennesimo fallimento del governo Musumeci che si era impegnato con i siciliani a favorire lo snellimento delle procedure, ma, al contrario, i tempi continuano a rimanere biblici. È necessario – chiude il segretario provinciale dem – velocizzare gli iter, sbloccare i fondi e ridare ad operatori e lavoratori agricoli la serenità per far ripartire un settore ed il suo indotto che, per l’economia della nostra regione, sono essenziali. Non si può più perdere tempo!”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui