Alluvione 2018, Foti (Attiva Sicilia): “Approvata risoluzione in commissione: le imprese agricole devono essere tutelate con ristori congrui”.

0
232
Angela Foti, credits qds.it

La deputata regionale di Attiva Sicilia Angela Foti ha annunciato l’approvazione, nella terza Commissione dell’Ars, di una risoluzione per chiedere al governo della Regione – e nello specifico all’assessorato all’Agricoltura  e alla Protezione civile– un impegno cogente per sostenere le imprese agricole danneggiate dall’alluvione del 2018, alla luce del fatto che sono arrivati sinora aiuti che coprono una minima parte dei danni patiti.

“L’approvazione in terza commissione della risoluzione che ho avanzato rappresenta un forte segnale istituzionale nei confronti della Regione Siciliana che dovrà adesso attivarsi in maniera rapida per il sostegno e per il ristoro dei gravi danni subiti dagli imprenditori del settore primario a seguito dell’alluvione di 3 anni fa. E’ trascorso un ampio lasso di tempo e la burocrazia ha complicato la catena del sostegno”, spiega Foti.

La deputata ha illustrato i contenuti della risoluzione partendo, in primis, dall’esiguità delle risorse arrivate: “Nella ripartizione effettuata a livello regionale su 220 milioni sono soltanto 6 i milioni di euro stanziati per 610 aziende a fronte di danni certificati, dagli ispettorati provinciali dell’agricoltura, per 12 milioni. Già la certificazione dei danni era stata al di sotto di quanto richiesto dalle aziende e così – tra una decurtazione all’altra – i ristori rappresentano solo il 10% del costo degli interventi necessari per danni alle strutture e alle produzioni”.

“A ciò – prosegue Foti – si erano aggiunti gli “scherzi” sinistri della burocrazia. Infatti il dipartimento regionale dell’ Agricoltura aveva stanziato  ulterori 14 milioni dal Fondo nazionale di solidarietà  ma gli imprenditori agricoli che hanno presentato la domanda dovevano scegliere se ricevere ristoro soltanto da uno dei due fondi : i due canali non erano erroneamente ritenuti cumulabili . Nella risoluzione ho chiesto di prevedere che si possano cumulare i finanziamenti ricevuti sino alla copertura del danno riconosciuto”.

“Infine, per quanto concerne la predisposizione delle procedure di riconoscimento degli aiuti per le imprese che hanno subito danni dall’ultima alluvione avvenuta tra ottobre e novembre del 2021, ho chiesto che le procedure per l’erogazione dei sostegni passino in via preliminare della commissione Attività Produttive al fine di favorire una maggiore e rapida collaborazione istituzionale”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui