“Che impresa, ragazzi!”, duecento studenti a scuola di impresa con Fondazione Credito Valtellinese

0
250

Percorso per lo sviluppo di competenze trasversali e di orientamento che Fondazione Credito Valtellinese | Gruppo Crédit Agricole Italia insieme a FEduF (ABI) portano nelle scuole lombarde e siciliane dal 22 febbraio al 2 marzo. L’iniziativa ha coinvolto l’Istituto Superiore Benedetto Radice di Bronte, l’ITS Pietro Branchina di Catania e l’Istituto Superiore G.B. Vaccarini di Catania.

Si è concluso il percorso “Che impresa, ragazzi!”, dalla Lombardia alla Sicilia la Fondazione Credito Valtellinese | Gruppo Crédit Agricole Italia e FEduF (ABI) hanno accompagnato oltre 200 ragazze e ragazzi nel modo della formazione all’imprenditorialità che presenta tre specifici obiettivi: potenziare il capitale umano degli studenti e sviluppare la loro capacità imprenditoriale, far acquisire loro competenze di gestione del denaro e relazione con il contesto bancario e finanziario e, infine, favorire un primo approccio con il mondo del lavoro attraverso la realizzazione di un progetto di impresa.

“Grazie alla collaborazione con FEduF realizziamo il percorso Che impresa, ragazzi! – commenta Valeria Duico, nella foto, Direttore dalla Fondazione Credito Valtellinese | Gruppo Crédit Agricole Italia. Da sempre siamo vicini al mondo dei giovani e al territorio facendoci parte attiva nel processo di crescita delle nuove generazioni. Questo progetto, dedicato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado, rientra nel novero dei percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento (ex alternanza scuola lavoro) con l’obiettivo di arricchire il percorso di formazione scolastica acquisita con competenze e tecniche spendibili anche nel mercato del lavoro”.

Attraverso questo progetto didattico le ragazze e i ragazzi sono guidati in un processo di consapevolezza e valorizzazione delle proprie inclinazioni, al fine di comprendere le modalità attraverso cui un interesse possa diventare una professione, unendo allo spirito d’iniziativa strumenti di lavoro reali, poiché l’obiettivo principale di “Che Impresa, ragazzi!” è quello di contribuire allo sviluppo dell’identità degli studenti, fornendo ai docenti gli strumenti necessari per un orientamento al mondo del lavoro responsabile con un approccio alle professionalità in una prospettiva a lungo termine.

“Che impresa, ragazzi!” accompagna le ragazze e i ragazzi nella trasformazione di un’idea in azione concreta, sia da un punto di vista descrittivo, che tiene conto delle caratteristiche del progetto, dei suoi obiettivi (sociali, culturali ed economici) e della sua collocazione sul mercato, sia da un punto di vista quantitativo, che include un vero e proprio piano triennale: il percorso didattico, infatti, consente di acquisire le competenze più richieste sul mercato del lavoro, grazie ad attività che coinvolgono tutto il processo per la realizzazione di un’idea imprenditoriale nell’ottica di trasversalità e trasferibilità delle abilità in compiti e ambienti di lavoro diversificati.

La durata complessiva del percorso è di 37 ore e si articola in 1 ora per la fruizione della lezione, 8 ore per 4 moduli in e-learning (autoapprendimento), 8 ore complessive per due lezioni in plenaria e, infine 20 ore per l’ideazione del progetto e lo sviluppo del business model Canvas. Al termine delle attività, verranno valutate le competenze trasversali e di imprenditorialità acquisite, in accordo con gli obiettivi definiti nelle Linee Guida fornite dal MIUR e nel Sillabo, dedicato in modo specifico all’Educazione all’Imprenditorialità.

La Fondazione per l’Educazione Finanziaria e al Risparmio (FEDUF) è nata su iniziativa dell’Associazione Bancaria Italiana per diffondere l’educazione finanziaria in un’ottica di cittadinanza consapevole e di legalità economica. Obiettivo della Fondazione è il coinvolgimento di tutti i soggetti interessati a promuovere una nuova cultura di cittadinanza economica, valorizzando le diverse iniziative, superando gli individualismi e mettendo a fattor comune le esperienze maturate in nome dell’interesse della comunità. Opera in stretta collaborazione con il Ministero dell’Istruzione e gli Uffici Scolastici sul territorio e diffonde, nelle scuole di ogni ordine e grado, programmi didattici innovativi nella forma e nei contenuti, anche attraverso l’organizzazione di eventi per gli studenti, gli insegnanti e i genitori. La Fondazione lavora sulla mediazione culturale tra contenuti complessi e strumenti divulgativi semplici ed efficaci. Le sue iniziative si rivolgono anche agli adulti, in collaborazione con le Associazioni dei Consumatori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui