Amministrative Messina, De Luca a Boccia: “Basta con gli attacchi, si faccia il confronto”

0
156

Durissime le parole di Cateno De Luca contro gli attacchi dell’ex ministro Boccia: “Ancora una volta perde un’occasione buona per tacere”.

Si accende la dialettica della campagna elettorale a primo cittadino di Messina, con Cateno De Luca che chiama al confronto pubblico. Gli attacchi dell’ex ministro Boccia sono rinviati al mittente. Si svolgerà, intanto, domani alle ore 11:00 presso il ritrovo Ricrio Ammare, via S. Raineri, la conferenza stampa alla quale parteciperanno l’on. Nino Germanà e il candidato sindaco di Sicilia Vera Federico Basile. Alla conferenza sarà presente anche Daniela Bruno, commissario provinciale di Prima l’Italia.

Ancora una volta l’ex ministro Boccia perde un’occasione buona per tacere. Vorrei fargli notare che continuare ad attaccare Cateno De Luca non basterà ad accreditare il candidato che la sua coalizione sostiene a Messina. Piuttosto siamo noi a sollecitare il confronto che lo stesso Boccia ha chiesto all’ex assessore della mia giunta Dafne Musolino con tanto di fact-checking. Noi siamo pronti a mostrare, come richiesto, tutti gli atti a conferma della veridicità delle nostre affermazioni. Ostinarsi a dire che Messina durante la pandemia è stata salvata dallo Stato è un ‘affermazione che oltre che essere falsa è semplicemente ridicola e facilmente potremo dimostrarlo. Mi chiedo però cosa abbia infastidito così tanto l’ex ministro Boccia da spingerlo, addirittura anche da Roma preso dai suoi immaginiamo molteplici impegni, ad affannarsi nel tentativo di screditare l’azione di governo della mia amministrazione. Dobbiamo forse pensare che si sia innervosito perché abbiamo reso noto a tutti la sua antica amicizia con Francantonio Genovese? E cosa ci sarebbe di male in fondo… l’amicizia si sa, non ha colore politico… le bellezze delle isole Eolie poi possono far passare tutto in secondo piano. Certo è che non consentiamo a nessuno oggi di attaccarci in particolare sul fronte della gestione dell’emergenza Covid che da solo ho affrontato trovando nelle misure del Governo nazionale non un alleato come avrebbe dovuto essere, ma un muro sordo e insensibile alle esigenze della comunità”.

 

Alle parole siamo abituati a rispondere con i fatti. Caro ex Ministro, questa amministrazione ha aiutato famiglie ed imprese con ristori, bonus e sgravi tributari per € 56.998.569,57.

Il suo governo ha assegnato con il d.l. n. 34/2020 appena due tranche di fondi per buoni emergenza alimentare di appena € € 3.400.000,00.

In merito al PNRR questa amministrazione ha presentato progetti e ottenuto finanziamenti per un totale di € 309.329.971,22 così come certificato in allegato.

Mi accusa di non essermi seduto al tavolo delle trattative ministeriali, lei in quale tavolo era seduto nella sua qualità di Ministro per gli affari regionali quando il governo CONTE ha svenduto il SUD nel ripartire le risorse del PNRR assegnando solo una quota del 34% sull’intera dotazione finanziaria del PNRR?

Adesso attendiamo davvero con trepidazione il confronto tra l’ex assessora Dafne Musolino e Francesco Boccia. Io caro Francesco se un confronto dovrò farlo lo farò solo con il Presidente Draghi non certamente con te“.

 

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui