Estorsione a Belpasso, arrestati moglie e figli di Sansuneddu

0
179

Dal carcere impartiva direttive per l’estorsione a una ditta di Belpasso. In manette finiscono la moglie e i figli di Giovanni Rapisarda, che nel 1993 uccise Giuseppe Scaringi.

 

iframe width=”560″ height=”315″ src=”https://www.youtube.com/embed/2YdyM-x0QPc” title=”YouTube video player” frameborder=”0″ allow=”accelerometer; autoplay; clipboard-write; encrypted-media; gyroscope; picture-in-picture” allowfullscreen>

Compra la ditta sbagliata e si ritrova a dover soddisfare richieste estorsive sempre più onerose. Accade ad un imprenditore di Belpasso che opera nel settore dell’estrazione e lavorazione della pietra lavica. Di fronte l’uomo ha davanti la famiglia di Giovanni Rapisarda, detto Sansuneddu, arrestato nel 2006 a San Berillo Nuovo per l’omicidio di Giuseppe Scaringi, freddato con 13 colpi di pistola nel 1993 a bordo della sua Mercedes in un semaforo di viale Marco Polo.

L’imprenditore aveva rilevato un ramo di azienda da fratelli e sorelle di Giovanni Rapisarda che da ergastolano gestiva dal carcere gli affari di famiglia attraverso moglie e figli, Giuseppe e Valerio. Quest’ultimi sono stati mandati a richiedere soldi all’imprenditore di Belpasso, a cui venivano recapitate lettere di minacce e richieste estorsive pagate fin dal 2012. Ai Rapisarda legati al clan Santapaola, è contestato il reato di estorsione con l’aggravante del metodo mafioso. Un milione e settecentomila euro e l’acquisto di una motopala la richiesta estorsiva nel corso degli anni, di cui 700.000 euro, dilazionati in 5 anni attraverso il pagamento di una somma tra i 1.500 e 3.000 euro settimanali, in alternativa, era la stata proposta la cessione della ditta.

Ad intervenire i Carabinieri di Paternò, che con degli appostamenti vicino la ditta e l’istallazione di videocamere hanno notato la presenza dei Rapisarda. Da qui l’arresto in flagranza di Giuseppe e della moglie dell’ex killer dei Santapaola Santa Carmela Corso.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui