Calcio Prima Categoria, Città di Belpasso: ritorna come Diesse Alfio Barbagallo

0
222

Una fase di programmazione fatta per tempo in vista del prossimo campionato di Prima categoria. Una sorta di raduno allo Stadio “Nuccio Marino”, dedicato ai giovani attraverso uno stage nel pomeriggio del 4 luglio 2022, che per il Città di Belpasso ha rappresentato l’occasione anche per un primissimo approccio stagionale tra dirigenza e tecnici.

La pianificazione. La stagione agonistica sarà imperniata su due fronti, quello della prima squadra e quello del settore giovanile. Il Città di Belpasso si presenterà infatti anche con una formazione Juniores: a guidarla sarà Massimiliano Nicoloso, tecnico con trascorsi di esperienza nel campo degli Under, un settore a cui mira da sempre il club rossoverde, non a caso pronta a produrre la puntata 0 del nuovo film stagionale dal tema: stage con i nati dal 2003 al 2005. Il tutto sotto gli occhi del confermato trainer Mimmo Ferruccio e dello staff tecnico che si pone in linea di continuità col recente passato: Enrico Pensabene Preparatore dei portieri, Alfredo Messina viceallenatore.

La novità, un ritorno per la verità al Città di Belpasso, risponde al nome di Alfio Barbagallo (in foto). Esperto tecnico di polso e profondo conoscitore del calcio dilettantistico siciliano, fa rientro in società stavolta da Direttore sportivo dopo aver guidato tecnicamente la squadra nella stagione  ’20-’21. A lui il compito di mediatore tra componenti dell’organico, comparto tecnico e dirigenza, compatta, consolidata e confermata in blocco, capitanata sempre dal Presidente Paolo Conte e costituita dai Vice Presidenti Tuccio Vespertino, Nino Bellia e Antonio Tocra; dal Direttore Generale Riccardo Lo Castro; dai dirigenti Anthony Leonardi, Mario Bellavista e Nuccio Pulvirenti che rappresenta una novità nel direttivo.

Sin qui la base, adesso l’ampia fase dedicata a conferme e mercato.

“Al di là del ruolo di Direttore sportivo, mi ritengo una figura che può collaborare per la crescita di questa società che a due anni dalla nascita ha costruito un cammino significativo – dichiara Alfio Barbagallo -. E la nostra intenzione è di migliorarlo. Come il raggiungimento di posizioni di classifica di prestigio, dopo aver sfiorato i playoff nella scorsa primavera. Ma anche centrando l’obiettivo giovani: lo stage che abbiamo effettuato, oltre a rispettare la regola dell’impiego 2004 dettata dalla Figc, è un modo per rimanere in linea di continuità con i piani societari fissati due anni addietro. Differenze rispetto a quando ho allenato questo club? Sicuramente oggi questa società può vantare più ricchezza di contenuti e risorse umane, elementi che oggi ci consentono di compiere un salto di maturità”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui