Enzo Bianco sui recenti incendi scoppiati in Città

0
127

“Negli ultimi giorni la città è stata teatro di due incendi. Non è la prima volta, ovviamente. E non sarà l’ultima. Ma stavolta sono rimasto sorpreso e addolorato perché gli incendi sono divampati in due luoghi della rinascita della città su cui ho personalmente lavorato durante la sindacatura. Una palma bruciata in pieno centro storico, nello slargo tra via Gemmellaro e via Pacini, un piccolo luogo che sette anni fa abbiamo restituito al quartiere con un delizioso arredo urbano, il verde, le panchine ed i nuovi marciapiedi. E una casetta di legno, utilizzata dai cittadini, bruciata in uno dei lotti degli orti urbani di Librino, una delle più significative opere realizzate in quel quartiere per renderlo più vivibile ed attivare un circuito virtuoso di socialità e condivisione. Si tratta di atti quasi sicuramente vandalici, aggravati dall’incuria e dalla scarsa manutenzione del verde e dei beni pubblici, elementi che in questi anni sono stati purtroppo portati avanti da un’amministrazione comunale
totalmente assente. Sono episodi che lasciano l’amaro in bocca: deturpare o addirittura distruggere ciò che è stato faticosamente realizzato imbruttisce la città. Anche per questo dobbiamo difendere ciò che di buono è stato realizzato e lavorare con sempre più impegno perché Catania rinasca”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui