Agos inaugura il parco Green&Smart di Vulcania – VIDEO

0
607

Al taglio del nastro di Laura Galimberti, della Agos, una ricca rappresentanza delle autorità cittadine e una numerosa presenza di cittadini.

Il progetto “Parchi Agos Green&Smart” ha inaugurato stamane l’intervento di rigenerazione del Parco Vulcania a Catania portando nel territorio il nuovo modello di parchi urbani a 4 dimensioni – Green, Sport, Smart e Art – per comunicare i valori “green” e “prossimità” alla base della strategia di sostenibilità di Agos, che si esprime attraverso l’impegno di Agos for Good. In una giornata dedicata alla sostenibilità e allo sport per le famiglie e i bambini, le istituzioni e i partner hanno simbolicamente tagliato il nastro aprendo il parco alla cittadinanza di Catania.

 

Federico Portoghese, Commissario straordinario del Comune e della Città Metropolitana di Catania, alla sua prima uscita pubblica ha sottolineato il percorso di questo progetto e il significato che assume per il territorio in una zona da valorizzare: «Qui vediamo un bel risultato del connubio pubblico-privato, importante per questo quartiere, ma anche per tutti i progetti che l’Amministrazione porta avanti nelle aree degradate. Oggi diamo un segnale culturale importante: tagliamo il nastro del progetto di rigenerazione dei parchi urbani realizzato in partenariato con Agos su un campetto sportivo multifunzionale che presenta anche un aspetto artistico molto interessante. Anche come Città Metropolitana abbiamo sposato questo connubio nel settore sportivo mettendo al centro i giovani finalizzato a individuare i futuri atleti nelle scuole e accompagnarli nella loro crescita».

Le interviste


Laura Galimberti, Legal Affairs Director & Corporate Sustainability AGOS, ha evidenziato il valore del progetto Parchi Agos Green&Smart, che «Concretizza la strategia Agos nell’ambito della sostenibilità, vale a dire essere una società riconosciuta che agisce con rispetto dell’ambiente e della collettività nel senso più ampio del termine. I parchi rappresentano la manifestazione in concreto di questa filosofia. È importante dare una possibilità ai giovani di esprimersi nello sport, che accanto al tema ambientale del green, dell’arte e della tecnologa smart è una delle quattro dimensioni che caratterizzano tutti i Parchi Agos che stiamo realizzando in Italia. È fondamentale per questi interventi la collaborazione tra pubblico e provato, tra società profit e società non profit. Catania sta diventando sempre più viva e ci fa piacere, come azienda, essere al fianco dei cittadini e di tutta la collettività per sviluppare gli aspetti positivi, di cui talvolta tendiamo a dimenticarci».

Enzo Falzone, Vicepresidente Vicario CONI Sicilia e delegato Provincia di Catania, ha dato rilievo al ruolo dello sport come opportunità di inclusione sociale nell’ambito dei percorsi nazionali e provinciali del CONI: «L’amministrazione comunale ci ha aiutato in questa operazione di ‘palestra a cielo aperto’, avviata con l’assessore Sergio Parisi della passata amministrazione, che caratterizza sicuramente questo Parco ma che consideriamo un elemento a fattor comune per tutta la Sicilia. Puntiamo molto sui parchi urbani perché qui si coniugano molteplici fattori fondamentali della nostra vita quotidiana: è dunque estremamente importante avere spazi per le attività sportive e non solo. Ringraziamo il privato, in questo caso Agos, che ha camminato a braccetto con l’ente pubblico e con l’ente sportivo».

Il generale Vincenzo Parrinello ha ricordato il percorso di Fondazione Sport City, che ha curato la dimensione sportiva del Parco Agos Green&Smart Vulcania di Catania: «Grazie innanzitutto a nome anche del Presidente Pagliara ad Agos per aver scelto Catania, Fondazione Sport City ha l’obiettivo di ‘sportivizzare’ le città in tutta Italia con interventi di riassetto urbano in modo che ogni cittadino di qualsiasi età e di qualsiasi estrazione sociale possa trovare spazi dove fare sport e quindi ottenere benessere e salute. La strada da percorrere per realizzare questi progetti non può che essere quella della convinta collaborazione tra soggetti pubblici e privati soprattutto in un momento economico difficile per le realtà sportive. Solo un grande gioco di squadra può consentirci di raggiungere i risultati significativi, come l’area che oggi inauguriamo, a beneficio dei cittadini».

Nel corso della cerimonia di taglio del nastro Francesco Moneta, consigliere di Brand for the City  – che ha sviluppato il progetto per Agos -, ha ringraziato quanti hanno consentito la realizzazione del parco, tra i quali Giuseppe Ferraro, Capo di Gabinetto del Comune di Catania;  Paolo Ferrara, Presidente III Municipio “Borgo-Sanzio” di Catania; Paolo di Caro, Direttore settore Sport del Comune di Catania; Sergio Parisi ex assessore allo Sport del Comune di Catania, Fabio Pagliara presidente della Fondazione Sport City; Rosangela Arcidicono di Plastic Free; gli street artist Gummy Gue, che hanno realizzato il playground del campo da basket e i team di Agos di Milano (in particolare Marina dalle Carbonare) e Catania, Brand for the City e The Round Table.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui