Il treno Catania passa anche la stazione di Paternò -FOTO

0
180

Due gol per tempo del Catania stendono il Paternò. Sugli spalti sale l’entusiasmo dopo anni di sofferenza.

Il Catania da record vince l’ottava partita di fila superando pure il Paternò. Stadio tutto esaurito in ogni angolo di posto. Giornata caldissima, coreografie, tutte in tinte rossazzurre allo stadio Falcone e Borsellino. I primi minuti dell’incontro sono equilibrati e le squadre tendono a studiarsi.

Al ventesimo Forchignone, su un passaggio di Vitale, tira ma debole. Al trentesimo il Catania passa in vantaggio su un’azione del solito e pimpante e Rapisarda che innesca in aria Sarao che anticipa il difensore e sblocca la partita. Pochi minuti dopo il difensore Manes stende in area Rapisarda. È calcio di rigore trasformato da Lodi.

Nel secondo tempo il Catania resta in piena gestione dell’incontro e nei minuti finali in contropiede segna la terza retta con Jefferson, subentrato a Sarao e addirittura fa quaterna con Russotto subentrato a Sarno. Mister Ferraro ancora una volta indovina i cambi- bomber. Il Paternò, nonostante il largo risultato al passivo, può ben figurare nel campionato in corso. Mister Pagana deve essere soddisfatto dei suoi ragazzi che hanno dato tutto in campo. Pokerissimo del Catania aspettando un nuovo record da superare.

Gli spalti e il colore dei tifosi

Gli scatti della partita

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui