Condannato all’ergastolo Alessandro Alleruzzo. Nel 1995 uccise la sorella

0
169

La Corte d’assise di Catania ha condannato all’ergastolo Alessandro Alleruzzo, figlio dello
storico capomafia deceduto di Paternò, Giuseppe, per l’omicidio della sorella Nunziatina, assassinata con due colpi di pistola nel 1995.

L’omicidio, secondo la ricostruzione della Dda della Procura, l’omicidio fu commesso
perché la vittima tradiva il marito con esponenti del suo clan e di uno rivale.

La donna scomparsa di casa il 30 maggio del 1995 cui resti furono ritrovati tre anni dopo grazie a due telefonate anonime . Decisive per le indagini le dichiarazioni del figlio di Nunziatina che riferì di aver visto il giorno della scomparsa uscire la madre con lo zio Alessandro. Un pentito, inoltre, lo stesso Alleruzzo gli avrebbe «raccontato di aver ucciso la propria sorella per riscattare l’onore della famiglia». I carabinieri avevano arrestato Alleruzzo il 4 giugno 2021.

Alessandro Alleruzzo è il figlio del defunto boss Giuseppe che negli anni ’70 e ’80 guidava il gruppo di Paternò di Cosa nostra, al centro di sanguinose faide mafiose, legato alla famiglià
Santapaola di Catania. E’ anche cugino di Santo Alleruzzo, 68 anni, noto come ‘la viperà, arrestato nell’ambito della operazione”Sotto scacco» della Dda di Catania.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui