Belpasso, Rinascimento Sociale Ecologista: chi sarà il candidato Sindaco?

0
407

Il promotore Enzo Vicorio Bellia non esclude la corsa alle comunali nel caso in cui nessuno delle persone che ritiene all’altezza dovesse accettare.

Esattamente due mesi fa abbiamo pubblicato un articolo di presentazione della Lista Civica Rinascimento Sociale Ecologista che si propone come alternativa politica ed amministrativa alle prossime amministrative 2023 a Belpasso. Nel frattempo, Carlo Caputo, Giuseppe Lucio Piana, Salvo Licandri hanno annunciato la corsa alle Comunali. Ad oggi Belpasso è in attesa di conoscere il nominativo del candidato Sindaco che dovrà guidare la Lista Civica promossa dall’ing. italo – argentino Enzo Victorio Bellia, originario di Belpasso.

A tal proposito abbiamo intervistato telefonicamente Enzo Victorio Bellia: “Siamo lontani dalle elezioni che si terranno presumibilmente a fine Maggio, inizio Giugno 2023. Non vedo alcuna necessità di comunicare il nominativo del candidato Sindaco in quanto da appena qualche settimana abbiamo pubblicato sui social e sul sito web la presentazione ufficiale della lista ed il programma base. Stiamo attenzionando il riscontro dei cittadini ai due documenti pubblicati e stiamo valutando coloro che potrebbero essere indicati a candidarsi a Sindaco e Vicesindaco sulla base delle loro competenze e capacità, dei loro impegni attuali e futuri, in quanto persone molto note e visibili”.

I candiati hanno già attivato la rete del consenso preelettorale favorendo la formazione di liste civiche a sostegno di ciascun candidato. La Lista Civica Rinascimento Sociale Ecologista come intende procedere? “Noi pensiamo di essere diversi sia nel metodo di raccolta del consenso sia rispetto le proposte concrete che abbiamo esposto nel programma base che invito a leggere. Cercheremo il consenso attraverso il voto di opinione trasversale. Noi non vogliamo offrire un’accozzaglia di liste civiche e partiti tradizionali, finalizzata a garantire posti istituzionali a coloro che si propongono come mediatori portatori di voti di scambio acquisiti sulla base di promesse o di favori concessi. I nostri candidati li sceglieremo fra i cittadini comuni a prescindere dagli amici e dai parenti che non sempre sono qualificati, affidabili e trasparenti, come dei precedenti belpassesi dimostrano ampiamente. Daremo molta importanza alle frazioni in quanto quasi la metà della popolazione belpassese vi risiede; i loro cittadini saranno ben accolti come rappresentanti nella lista a difesa dei loro diritti”.

La Lista Civica Rinascimento Sociale Ecologista non è figlia di alcun partito o posizione politica? “Se avessimo dato peso alle parole “Sociale ed Ecologista” avremmo potuto mettere insieme la galassia in continua espansione autodistruttiva di partiti come PD, Rifondazione Comunista, Movimento 5 Stelle, Sinistra Europea, Verdi, Articolo 1, Potere al Popolo etc. A noi i partiti non interessano semmai ci rivolgiamo a chi non si riconosce per un motivo o per l’altro nei partiti strutturati ma a coloro che vorrebbero contribuire a migliorare Belpasso a prescindere dalla loro  provenienza politica. La nostra proposta politica va ben oltre il campo di sinistra in quanto guardiamo a tutti i cittadini che hanno a cuore gli interessi della collettività, che vogliono essere tutelati economicamente, che vogliono essere rispettati per il genere, la lingua, la religione, la cittadinanza italiana o straniera, che vogliono proteggere l’ambiente in quanto amanti della natura e della convivenza rispettosa fra azione dell’uomo e opera naturale”.

Quindi Lei esclude ogni possibile alleanza con i candidati attuali? “Se uno dei candidati attuale ci dicesse “noi tutti facciamo nostro il Programma Base della Lista Civica Rinascimento Sociale Ecologista e ci impegniamo ad applicarlo per realizzarlo a breve, a medio ed a lungo termine” perchè dovremmo rifiutare? A noi interessa realizzare il programma, scegliendo poi insieme le persone giuste altrimenti fallirebbero tutti i nostri buoni propositi. Chiaro che noi vorremmo gestire in prima persona un Assessorato Combinato fra Urbanistica ed Attività Produttive per garantire che il Piano Urbanistico Generale (PUG) venga redatto secondo le nostre linee programmatiche orientate all’ecologia, all’economia circolare, alla rigenerazione dei terreni incolti e dei centri abitati, all’impulso delle attività artigianali ed industriali, alla crescita progressiva dell’occupazione legale, eliminando il lavoro nero e l’evasione fiscale, alla rifondazione di un istituto di credito locale essenziale per l’economia del territorio etneo e, infine, che si porti avanti concretamente la proposta di realizzare nella zona Industriale di Piano Tavola la cosiddetta Energy Valley.

Lei escluderebbe in ogni caso la sua candidatura a Sindaco? “Ho promosso questa lista per per dare spazio ai cittadini locali che vivono la realtà belpassese come residenti e/o lavoratori anche se dal degrado che si vede in giro e dalle croniche inefficienze che vengono lamentate dai cittadini sembrerebbe che gli amministratori ed i consiglieri – pur essendo locali – si siano dimostrati abbastanza inadeguati. Resto in attesa di sapere se le persone che ritengo all’altezza possano liberarsi dai loro impegni ed accettare la candidatura ma se si rendesse necessaria la mia guida per garantire la realizzazione del programma certamente non escluderei niente né la candidatura a Sindaco né la candidatura ad Assessore. In ogni caso sarei disponibile a contribuire politicamente alla presentazione della Lista Civica in altri Comuni Etnei per far si che il territorio etneo abbia una forza politica omogenea comune che gli darebbe maggior potere anche a livello nazionale quando si parlerà di federazione italiana”.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui