Coppa Uisp, nona giornata: Partita perfetta e seconda vittoria consecutiva da inizio anno Notai ingegneri 3-1

0
153

Passi avanti in vista di un finale di stagione regolare che si prospetta in crescendo. Con molti elementi verso il rientro.

La seconda vittoria consecutiva, come mai era accaduto in questa stagione, sempre per 3-1 che è valsa la quarta complessiva e conquistata contro gli Ingegneri nel penultimo sabato di gennaio e dopo 2 turni di ritorno, è figlia di una prestazione senza sbavature e di un dominio territoriale che non lascia spazio dubbi sulla brillantezza di gioco e, finalmente, di condizione fisica.

Insomma i Notai, adesso a quota 12 punti e a ridosso delle prime, lanciano ufficialmente la candidatura per una volata finale, dentro la stagione regolare, da protagonisti. Il tutto da mettere in concreto nella giornata 3 in programma sabato, ore 11.15 ad Aci Castello, contro Altralex.

Il 3-1 si apre al 16’ grazie a un cross di Galeardi, pronto a chiudere uno scambio da laterale con Cusumano, e a una zampata decisa di Nino Caruso che approfitta di un tentativo di respinta avversaria. Il gol che apre la partita questo dell’esterno offensivo dei Notai, a segno per la seconda volta quest’anno.

Al 23’ la doppia mandata alla partita. Arcidiacono in anticipo su Scuderi fa involare Caruso che scende in corsia sinistra per poi convergere fino a trovare sull’altra fascia Gabriele Cusumano, diagonale secco e raddoppio che pone la partita in ordinaria amministrazione per i biancorossoazzurri. Il primo dei due gol di giornata giunge al termine di un contropiede esemplare, indice di brillantezza dal punto di vista fisico e mentale di cui sopra. Per Cusumano gol numero 2 in stagione e non è finita qui. Perché dopo una respinta di Pensabene su punizione e un offiside ai più apparso inesistente segnalato a Riolo su assist al millimetro di Pistone, il doppiettista di giornata metterà la ciliegina sulla torta alla partita, ma a ripresa abbondante.

E per attendere il tris occorrerà aspettare, e anche soffrire, complici le numerose palle-gol non sfruttate. A cominciare da quella costruita sull’asse Riolo-Pistone: conclusione poco oltre l’incrocio dal limite. Proseguendo con Riolo che è sfortunato nel rimanere a secco oggi quando s’imbatte nella traversa, ma decisiva è la deviazione del portiere Pappalardo, e poi s’inceppa a tu per tu con l’estremo avversario prima su assist da fermo di Arcidiacono e dopo su assist in movimento di Caruso. Che entra, anche lui, nella lista del nulla di fatto sottoporta quando, da zero metri, deve solo spingere dentro una cavalcata da destra di Cusumano, a sua volta impreciso quando stavolta non veste i panni di assist-man ma s’invola quasi in solitudine verso il 3-0 annunciato, sciupandolo e facendo rinascere qualche speranza agli Ingegneri, i quali danno poche ma allarmistiche notizie in avanti: un colpo di testa di Catania che finisce a lato e soprattutto un palo interno colpito dallo stesso che però deve fare i conti con Pensabene e con la cerniera Cappello che salva il possibile 2-1.

Così, appresa la lezione, i Notai ripartono consapevoli di non poter più sbagliare li davanti: e così al 27’ Cappello lascia a Caruso l’incarico di avviare il gol della sicurezza che si materializza con una serie di slalom dell’esterno offensivo e un tiro su cui si oppone Pappalardo, pronto a ribadire a rete la respinta è Cusumano che fa 3-0, bis personale e gol numero 3 in stagione, secondo miglior marcatore del gruppo dietro ad Aleo con 4, davanti a Wancolle e Caruso con 2, Riolo, Quattrocchi e Salzano con 1.

Nel finale minutaggio per Guarino in luogo di Pensabene e Attaguile per Quattrocchi. Solo per le statistiche il gol di Mancuso a pochi istanti dalla fine, quando trova spazio anche Giudice per Aleo e Guarino tra i pali dimostra di saper fare bene nel suo nuovo ruolo di stagione fermando Catania.

 

Il tabellino di Notai-Ingegneri 3-1

Notai: Pensabene (64’ Guarino), Zingali, Cappello, Galeardi; Quattrocchi (64’ Attaguile), Pistone, Arcidiacono, Cusumano; Caruso, Aleo (69’ Giudice), Riolo. A disposizione Bongiovanni, Porto, Allenatore Spina.

Ingegneri: Pappalardo, Corrente, Belluomo, Gallo, D’Amato, Sanginisi, Ranno, Scuderi (55’ Federici, 67’ Colombrita), Savatteri, Risiglione (59’ Mancuso), Catania. A disposizione. Randazzo, Musumeci, Giuffrida. Allenatore Federici.

Arbitro: Brasola. Assistenti Ventura e Sciacca

Reti: 16’ Caruso, 23’, 62’ Cusumano, 66’ Mancuso

Note: ammonito Risiglione

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui