L’attore Michele Riondino contro il M5S: “Pentito di averli votati”

0
163
attore Michele Riondino contro il M5S

Le critiche da parte di esponenti del mondo dello spettacolo non sono riservati solo a Matteo Salvini e la Lega. L’attore Michele Riondino si è scagliato contro il M5S che si è dichiarato pentito di averli votati.

Il giovane commissario Montalbano contro la politica?

Da tempo non leggevamo notizie circa l’attore interprete del giovane commissario Montalbano che in occasione di un’intervista rilasciato a Globalist non ha parlato bene del M5S. Michele Riondino ha dichiarato: “Se ci fosse una legge che permette all’elettorato di rivendicare il diritto di voto questo sarebbe un motivo per denunciare i Cinque Stelle“.

Non li voto più ma noi, che in questo territorio moriamo, adesso moriamo per colpa nostra perché abbiamo difeso un soggetto politico che ha promesso di aiutarci e non ci aiuta– spiega il giovane Montalbano-. Non votavo da tempo, ho votato Cinque stelle, ho creduto che fosse un soggetto spendibile, mi sono sbagliato“.

Michele Riondino contro il M5S e la politica?

Nel corso dell’intervista a Globalist, Michele Riondino ha puntato il dito contro il M5S e la politica italiana. “Sull’Ilva, quando sale al governo il Movimento invece mette in atto proprio quello che lʼex ministro Calenda aveva programmato e attribuisce la colpa al Pd– spiega Riondini-. Incolpare il governo precedente certifica invece lʼincompetenza di un movimento che ha fatto campagna elettorale su temi che non ha saputo gestire: ha sfruttato la base per arrivare al potere“.

Continua dopo la foto

giovane montalbano

“Un decreto che è lo specchio di cos’è la politica oggi”

Nel corso della giornata di ieri abbiamo avuto modo di assistere al “battibecco” nato tra Claudio Baglioni e Matteo Salvini sulla questione migranti. (Per approfondire Clicca Qui). Le dichiarazioni potrebbero costare il Sanremo 2020 al direttore artistico, ma nel frattempo Michele Riondini nella sua intervista a Globalist dichiara ulteriormente: “Un decreto che è lo specchio di cosʼè la politica oggi, cioè un continuo scambio e interscambio di idee per cui avviene un paradosso: due forze, che dovrebbero essere agli antipodi, pur di governare assieme barattano leggi e disegni di legge che svalutano e denigrano la dignità e lʼindipendenza politica di un soggetto“.

Quanto al Tap, una signora oggi ministra per il sud, Barbara Lezzi, insieme a Di Battista aveva detto che in quindici giorni interrompevano il gasdotto– conclude l’attore-. E dunque: prometti senza conoscere lʼargomento e allora è grave, perché dimostri ignoranza e non sei un soggetto politico credibile e anzi sei un poʼ disonesto“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui