Guida Michelin 2019: Tokyo è la città più stellata al mondo

1
289
Torino record di stelle Michelin
Fonte Foto: vanityfair.it

La Guida Michelin 2019 ha riconosciuto ben 308 stelle alla città di Tokyo, che diventa così la città più stellata al mondo. Una meta assolutamente immancabile per quest’anno, anche dal punto di vista culinario.

230 indirizzi stellati a Tokyo!

La città di Tokyo con i suoi 230 indirizzi stellati si aggiudica il primato della 12a edizione della Guida Michelin 2019. Sono state attribuite 308 stelle, con 73 new entry che per la prima volta vengono incluse nella selezione. Come mai proprio la capitale del Giappone è la prescelta? Le motivazioni sono legate sia all’abbondanza di ristoranti presenti sul territorio, che alla varietà di proposte gastronomiche, che non riguardano soltanto i piatti tipici della cucina locale ma spaziano anche a quelli di tutto il mondo. Il tutto si inquadra in un’offerta di ristoranti di alto livello.

Le ricette locali

Tante sono le proposte culinarie di Tokyo. Un esempio è fornito dal quartiere Chuo-ku, con i ristoranti stellati Kobikicho Tomoki, Harutaka e Sukiyabashi Jiro Hoten, che offre sushi eccellente, oppure la zona di Taito-ku, con il locale Onigiri Asakusa Yadoroku, che entra nella Guida per le sue ricette a base di riso, avvolto in foglie di alga nori, la cosiddetta cucina onigiri.

Da non trascurare nemmeno il ramen, zuppa giapponese a base di carne, noodle e uova. Nella Guida Michelin entra a tutti gli effetti il ristorante Sobahouse Konjikihototogisu nel quartiere di Shinjuku-ku.

Continua dopo la foto

tokyo stellata
Fonte Foto: cinquecolonne.it

Tutti i sapori occidentali

Quello che rende unica la città di Tokyo dal punto di vista culinario tanto da diventare la città più stellata al mondo è, come abbiamo detto all’inizio del nostro articolo, la grande varietà di piatti che offre. Oltre a quelli tipicamente connessi alla cultura giapponese, entrano nella Guida Michelin 2019 tre ristoranti che offrono un menu tutto tipicamente occidentale, in particolare ispirato alla cucina francese. L’Osier, con lo chef Olivier Chaignon, per esempio, riceve la terza stella e raggiunge Quintessence, mentre Nabeno-Ism aggiunge la seconda stella.

Un’ultima curiosità: domenica 10 febbraio alla Fiera BIT di Milano ci sarà un apposito stand della città di Tokyo, con tutte le informazioni e una guida della località. Dato tutte le meraviglie che la capitale nipponica offre e tutti questi ristoranti che meritano assolutamente una visita, perché non fare le valigie e organizzare un bel viaggio proprio in quei territori magici d’Oriente?

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui