Ragazzi dispersi ad Acireale, trovato il corpo di Enrico Cordella

4
3657
Enrico Cordella
Enrico Cordella

Sono riprese le ricerche dei tre ragazzi dispersi ad Acireale. Nel corso della mattinata è stato ritrovato il paraurti dell’auto, una notizia dell’ultima ora annuncia: ritrovati due dei ragazzi. Si tratta di Margherita Quattrocchi e di Lorenzo D’Agata, rispettivamente 21 e 27 anni.

Finalmente è stato ritrovato anche il corpo di Enrico Cordella. Nel corso delle ultime ore è stato avvistato un corpo incastrato tra i frangiflutti del porto di Santa Maria la Scala. Attualmente sono in corso gli accertamenti da parte dei sommozzatori dei Vigili del Fuoco per le operazioni di recupero del ragazzo scomparso domenica 24 febbraio 2019.

Secondo quanto reso noto il corpo di Enrico Cordella è stato rintracciato da tre sommozzatori professionisti introno alle 20:30 a tre metri di profondità.

+++ IN AGGIORNAMENTO +++

Riprese le ricerche di Enrico Cordella

Si cerca ancora Enrico Cordella di 22, fidanzato di Margherita Quattrocchi. L’ultimo avvistamento di una sagoma era avvento quando giorno fa sul fondale nei pressi dei faraglioni di Aci Trezza. Dopo il sopralluogo dei sommozzatori purtroppo è stato annunciato che non si trattava del corpo di Enrico Cordella. Nel corso della giornata di ieri però è stata comunicata la sospensione ufficiale delle ricerche del corpo di Enrico Cordella per motivi tecnici, data l’impossibilità di continuarle in maniera sistematica. La mamma del ragazzo, Antonella Vero, ha lanciato un messaggio straziante: “Chiedo alle istituzioni di non abbandonarmi, sono una mamma che non riesce a rassegnarsi. Non posso andare via da questo molo sapendo che mio figlio è ancora qui“.

I Vigili del Fuoco del Comando Provinciale di Catania attraverso un comunicato stampa hanno fatto sapere che “Ogni immersione programmata dei nostri sommozzatori ed ogni uscita in mare dei nostri mezzi navali, saranno utilizzate anche per questa finalità“.

La famiglia, insieme a un gruppo di volontari, tra cui sommozzatori brevettati hanno ripreso le ricerca in autonomia oggi domenica 3 marzo. (Per approfondire la notizia Clicca Qui).

Secondo quanto reso noto da Meridionews un sommozzatore brevettato avrebbe avvistato nel fondale una sagoma a circa 16 metri di profondità nei pressi del porto di Santa Maria la Scala. Il fratello di Enrico Cordella, Salvatore, al giornale ha dichiarato: “Appena ci hanno avvertito, siamo arrivati. Lo hanno trovato dei sub volontari. Speriamo sia lui“. Sul luogo sono già presenti i sommozzatori dei Vigili del Fuoco, insieme ai pompieri di Acireale, gli agenti di polizia e i militari dell’arma dei carabinieri insieme a un’ambulanza del 118.

Purtroppo ancora una volta si è trattato di un falso allarme, la sagoma sul fondale apparteneva a un giubbotto logoro e non al corpo di Enrico Cordella, come confermato dal fratello del ragazzo su Meridionews.

Continua dopo la foto

Proclamato il lutto cittadino

La città di Acireale ha proclamato il lutto cittadino tra l’indignazione dei residenti per la mancata sospensione del carnevale. In merito a questo si è espresso il presidente della Fondazione Orazio Fazzio: “Durante la riunione con il sindaco abbiamo cercato di trovare una soluzione che potesse prevedere uno slittamento o una sospensione ed eravamo in seria difficoltà. Ma sono stati i giovani che partecipano attivamente ai festeggiamenti a indicarci la strada da seguire: ci hanno suggerito di non annullare gli eventi in programma poiché proprio lo svolgimento delle iniziative rivolte ai giovani sarà il modo migliore per onorare il ricordi dei tre ragazzi“.

Ragazzi dispersi ad Acireale, i nomi

Il maltempo in Sicilia registra ancora un tragico bilancio. Nel mese di novembre 2018 una famiglia è stata quasi completamente sterminata a Casteldaccia nei pressi di Palermo, si tratta di nove persone travolte nella loro casa, una villetta familiare, dove l’acqua non gli ha lasciato scampa. In quella drammatica notte è morto anche il pediatra Giuseppe Liotta, ritrovato nei pressi di Roccamena.

Secondo quanto reso noto dai giornali regionali, i tre ragazzi dispersi a Acireale sarebbero stati avvistati nei pressi di Santa Maria la Scala, ovvero un porticciolo ai piedi della Timpa di Acireale. I giovani si trovano a bordo di una punta verde che è stata successivamente travolta da un’onda e trascinata in mare. Ricordiamo che si tratta di Enrico Cordella, 22 anni; Margherita Quattrocchi, 21 anni e Lorenzo D’Agata, 27 anni. (Per approfondire la news Clicca Qui).

Trovato il primo ragazzo

Una notizia dell’ultima ora fornisce il primo triste aggiornamento sulla vicenda riguardante i tre ragazzi scomparsi ad Acireale. I giovani erano stati visti a bordo della punto verde nei pressi di Santa Maria la Scala, dove si erano recati per vedere la mareggiata dalla quale sono stati successivamente travolti. Le ricerche sono già riprese in nottata e alle prime luci dell’alba era stato ritrovato il paraurti della macchina. Attraverso SkyTg24 ecco che arriva anche il triste annuncio relativo al ritrovamento del primo ragazzo, il suo corpo è stato avvisato nei pressi della costa e prontamente recuperato intorno alle 9:45.

Secondo quanto reso noto, arenato nei pressi del porto, è stato trovato anche il corpo di un secondo ragazzo. Al momento non è stato reso noto di chi si tratta, ma le speranze di trovare vivo qualcuno di loro si affievoliscono sempre di più. Il mare nel corso della mattinata ha restituito anche altri effetti personali dei giovani.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

4 Commenti

  1. […] Palloncini bianchi liberati nell’aria, si conclude così la triste vicenda per Margherita Quattrocchi e Lorenzo D’Agata, i cui corpi sono stati restituiti dal mare lunedì 25 febbraio. Una tragedia che coinvolge tre famiglie quella di Margherita e Lorenzo, ai quali oggi familiari e amici e hanno dato il loro ultimo saluto, e quella di Enrico Cordella del quale non è ancora stato trovato il corpo nonostante le ricerche costanti. (Per approfondire la notizia e gli aggiornamenti Clicca Qui). […]

  2. […] Quanto successo domenica 24 febbraio 2019 al porto di Santa Maria la Scala è una tragedia che vede coinvolte tre famiglie, unite nel dolore per la perdita dei loro figli inghiottiti dalla furia del mare. Ancora oggi continuano le ricerche di Enrico Cordella, dopo un primo avvistamento ai faraglioni di Aci Trezza è poi emerso che purtroppo non si trattava del ragazzo di 22 anni. (Per approfondire la notizia Clicca Qui). […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui