Infanticidio a Frosinone, la mamma uccide il figlio di 30 mesi perché vuole tornare dalla nonna

3
1948
infanticidio frosinone

La cronaca italiana oggi racconta una vicenda dai risvolti davvero molto tristi. Nel corso della giornata di ieri è stato commesso un infanticidio a Piedimonte San Germano, in provincia di Frosinone. Una giovane mamma ha ucciso il figlio di 30 mesi e dopo ha cercato di deviare le indagini sull’accaduto.

Infanticidio a Frosinone

La parola infanticidio è una di quelle che più fa paura all’animo dell’uomo. Negli ultimi mesi, purtroppo, abbiamo avuto modo di raccontare la furia omicida degli adulti che si sono scaraventati su bambini indifesi. Ricordiamo, ad esempio, il caso del bambino ucciso a Firenze, i due fratellini lanciati dalle scale del carcere di Rebibbia di Roma, un folle gesto messo in atto dalla mamma, e il caso del piccolo Giuseppe, ucciso a calci e pugni dal compagno della sua mamma. infanticidio frosinone

Oggi, ecco che arriva una nuova triste vicenda: una mamma ha ucciso il suo bambino di 30 mesi. Il nuovo infanticidio è stato commesso a Piedimonte San Germano.

continua dopo la foto

bambino abbandonato dalla mamma
Fonte Foto: cronachecaserta.it

Ucciso perché voleva tornare dalla nonna

Secondo quanto reso noto da IlMessaggero.it, il corpicino del piccolo Gabriel è stato trovato riverso in strada nei pressi delle campagne di Volla di Piedimonte San Germano. Il caso si è subito tinto di giallo e le ricerche si sono concentrate sulla mamma. La donna, Donatella Di Bona, di 29 anni, un un primo momento avrebbe raccontato agli inquirenti che il bambino sarebbe stato investito da un auto pirata. La versione della donna non ha convinto il colonnello dei carabinieri Fabio Cagnazzo ha concentrato sulla donna la sua attività investigativa. infanticidio frosinone

Subito dopo, ecco che emergono i dettagli del brutale infanticidio. Donatella Di Bona, avrebbe prima strangolato il piccolo Gabriel durante una passeggiata, in prenda ad un raptus di follia. La donna ha stretto il collo finché questo ha smesso di respirare, mentre cercava di difendersi. Donatella Di Bona, quindi, avrebbe ucciso il bambino perché voleva tornare dalla nonna, ma i militari dell’arma stanno ancora indagando sulla vicenda. infanticidio frosinone

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui