Noemi, bambina ferita a Napoli: presi il killer e il suo complice. Noemi è sveglia: “Datemi le mie bambole”

0
744
bambina sparatoria napoli
Fonte Foto: fanpage.it

Importanti novità sul caso Noemi, la bambina di quattro anni ferita a Napoli in Piazza Nazionale mentre si trovava insieme alla mamma e alla nonna, rimasta ferita nell’agguato. Nel corso delle ultime ore sono stati arrestati il killer e il suo complice.

+++ AGGIORNAMENTO +++

Noemi ha aperto gli occhi: “Datemi le mie bambole”

Nel corso delle ultime ore è stato diramato un nuovo bollettino medico sulle condizioni di salute del piccolo Noemi reso noto dall’Ansa:Nella giornata di ieri la bambina è stata sottoposta a broncoscopia sia a destra che a sinistra, così da permettere di liberare i bronchi da muchi e coaguli. La prognosi permane riservata. Il prossimo bollettino sarà diramato tra 24 ore. Noemi ha aperto gli occhi, come conseguenza di una sedazione meno profonda“.

A commentare l’arresto di Antonio e Armando Del Re, ritenuti responsabili dell’agguato in Piazza Nazionale a Napoli, è stato il Ministro dell’Interno Matteo Salvini: “Complimenti a forze dell’ordine, inquirenti e magistratura per la cattura del delinquente che ha sparato alla piccola Noemi. Nessuna tregua contro camorristi e criminali, lo Stato e i napoletani vinceranno la sfida. Lo stato risponde con i fatti e non con le parole“.
La bambina è finalmente sveglia e, secondo quanto reso noto da Il Mattino, le sue prime parole sono state: “Datemi le mie bambole!“.

Noemi, la bambina di quattro anni ferita a Napoli

In questi giorni ha tenuto con il fiato sospeso la notizia relativa alla bambina di quattro anni rimasta ferita in un agguato in Piazza Nazionale a Napoli. La piccola è stata colpita al torace da uno dei proiettili del killer il cui obbiettivo era Salvatore Nurcaro, mentre si trovava in braccio alla nonna, anch’essa ferita. Napoli presi il killer e il suo complice

Le condizioni di Noemi si sono mostrate gravi fin da subito, tanto che in un primo momento si è provveduto a mettere la piccola in coma farmacologico, oltre ad essere attaccata ai respiratori artificiali e trasfusioni di sangue. L’ultimo bollettino medico dell’ospedale Santobono pubblicato dall’Ansa dove è stato riportato: “Lieve graduale miglioramento della funzione respiratoria. Il nuovo quadro clinico ha reso possibile la riduzione dell’apporto di ossigeno mediante ventilazione. Continua la sedazione profonda e il monitoraggio continuo di tutti i parametri. La prognosi permane riservata“.

Arrestati i killer dell’agguato di Piazza Nazionale

Nel corso delle ultime ore è stato reso noto l’arresto dei due uomini responsabili del ferimento di Noemi, la bimba di quattro anni attualmente ricoverato all’ospedale Santobono. Napoli presi il killer e il suo complice

continua dopo la foto

Si chiama Armando Del Re, l’uomo che e’ stato arrestato con l’accusa di essere colui che ha sparato venerdI’ scorso in Piazza Nazionale a Napoli ferendo gravemente la piccola Noemi. A catturarlo sono stati i Carabinieri, ma nelle ricerche e nella caccia all’uomo, coordinata dalla Procura di Napoli, sono state impegnate tutte le forze di polizia, 10 maggio 2019. ANSA

La cattura dell’uomo che ha sparato e del suo complice è stato reso possibile grazie alla collaborazione del destinatario dell’agguato, Salvatore Nurcaro, la cui collaborazione ha permesso di restringere il cerchio. Di fondamentale importanza è stata anche l’attenta analisi delle immagini a circuito chiuso in Piazza Nazionale. Si tratta dei fratelli Antonio e Armando Del Re. Armano è stato fermato in provincia di Siena, e Antonio nei dintorni di Nola. L’esecutore dell’esecuzione è stato Armando Del Re, mentre Antonio si è occupato della gestione logistica. A entrambi è contestata la premeditazione del reato e la natura mafiosa.
Napoli presi il killer e il suo complice

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui