Omicidi famosi in Italia, la seconda vita di Annamaria Franzoni e Erika

2
583

Da circa una settimana l’attenzione mediatica è accesa sugli omicidi famosi in Italia. Dopo i casi Stefano Cucchi e Yara Gambirasio, ecco che si torna a parlare di Annamaria Franzoni e Erika De Nardo.

Omicidi famosi in Italia, da Annamaria Franconi a Massimo Bossetti

La cronaca giudiziaria è costellata da omicidi famosi in Italia. La memoria del lettore spesso inizia con Annamaria Franzoni, la mamma del piccolo Samuele caso noto anche come delitto di Cogne. Il figlio della donna venne trovato morto nella camera da letto con diversi colpi alla testa nel gennaio del 2002. La cosa che più sconvolse l’opinione pubblica fu il fatto che la donna, nonostante fosse l’unica indiziata, avesse sempre rinnegato l’atto. Ad oggi in molti si chiedono: chi ha ucciso il piccolo Samuele?

Nel 2001, invece, troviamo un altro caso di cronaca giudiziaria che sconvolse l’opinione pubblica. Erika De Nardo e Omar, all’epoca dei fatti minorenni, 16 anni lei e 17 lui, uccisero la mamma della ragazza e il fratellino di soli 13 anni.

Nel 2006 troviamo la strage di Erba, che vede come protagonisti i due assassini Olindo e Rosa che uccisero quattro persone. Facciamo riferimento a Paola Galli, la figlia Raffaella Castagna insieme al figlio di due anni Youssef e la vicina di casa Valeria Cherubini.

Ultimi di questa lista, ma non meno importanti troviamo la morte di Stefano Cucchi e il processo Yara Gambirasio di cui è stato accusato Massimo Bossetti.

Olindo e Rosa

Che fine hanno fatto Olindo e Rosa?

L’evoluzione dei processi su Stefano Cucchi e Yara Gambirasio hanno fatto sorgere delle domande riguardanti gli omicidi famosi in Italia. Prima fra tutte: che fine hanno fatto Olindo e Rosa? Per la coppia la condanna è “a vita”, ovvero l’ergastolo. Rosa lavora come sarta nel carcere di Bizzi per la marca Gatti Galeotti, ogni quindici giorni può andare a trovare il marito Olindo,;detenuto nel carcere di Opera dove si è dedicato alla passione per il giardinaggio, curando l’orto del penitenziario. Secondo quanto reso noto anche da Ilmessaggero.it, sembrerebbe che l’uomo in un diario racconterebbe le ore senza la moglie e la sua attività di giardinaggio.

Erika e Omar come vivono dopo delitto di Novi Ligure?

Dopo Olindo e Rosa, Erika e Omar come vivono dopo il delitto di Novi Ligure? Un altro omicidio famoso in Italia per la sua efferatezza, ma anche per la mano che l’ha compiuto. Stiamo parlando proprio di Erika e Omar, all’epoca dei fatti avevano 16 anni e 17 anni lui. I due ragazzini uccisero la mamma di Erika, Susanna Cassini, e il fratellino Gianluca. La coppia di fidanzati è stata condannata rispettivamente a: 16 di prigione per Erika e 14 anni per Omar. Il ragazzo venne scarcerato nel 2010 grazie all’indulto e alla buona condotta; mentre Erika, dopo un periodo nella comunità di Don Mazzi, è stata scarcerata nel 2011.

Erika e Omar

Omar oggi lavora come barista, dopo essersi sposato è diventato anche papà. Erika, invece, durante il suo periodo in carcere ha conseguito la laurea in lettere moderne con 110 e lode. Da qualche tempo lavorava in un negozio di musica, ma l’attività dopo tempo è stata chiusa ed è nuovamente alla ricerca di occupazione ma il suo passato, secondo quanto raccontato, la limiterebbe.

Annamaria Franzoni mamma felice?

Ultimo, ma non meno importante, troviamo il delitto di Cogne. Nel 2002 venne trovato morto il piccolo Samuele. Ad oggi l’unica indiziata è sempre stata la sua mamma, Annamaria Franzoni. Come dimenticare la donna che più volte abbiamo visto ospite nei salotti televisivi a reclamare la sua innocenza? Ad oggi Annamaria Franzoni è una mamma felice, insieme ai due figli nati dal matrimonio con il marito Stefano che non l’ha mai abbandonata anche se oggi non vivono più a Cogne.

 

 

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui