Il maltempo non da tregua alla Sicilia, un fiume straripa a Mazara

0
381
maltempo non da tregua alla sicilia
Fonte foto Ansa

Italia a rischio idrologico. Il maltempo non da tregua alla Sicilia. Nel corso di queste ore sono diverse le forti piogge che hanno investito i paesi del siracusano e catanese, ma non solo. Nel trapanese si ha paura di rivedere una tragedia simile a quella di Palermo.

Rischio idrologico in Italia

Sono diverse le regioni italiane investite dal maltempo, ma la paura maggiore in queste ore ha colpito la Sicilia. La scorsa settimana la tragedia di Casteldaccia è costata la vita a 9 persone, tra questi anche bambini. (Per approfondire Clicca Qui). Il proprietario della villetta cerca di raccontare la sua estraneità ai fatti, (Per approfondire Clicca Qui), mentre nelle zone di Corleone viene trovato il pediatra, Giuseppe Liotta, (Clicca Qui), è stato ritrovato nei pressi di un’azienda agricola.

Da settimane è stato proclamato il rischio idrologico in Italia, ma le piogge non si arrestano.

maltempo non da tregua alla sicilia
Fonte Foto Ansa

Il maltempo non dà tregua alla Sicilia

Come abbiamo spiegato all’inizio del nostro articolo, il maltempo non dà tregua alla Sicilia. L’agenzia di stampa Italiana Ansa fa sapere che a Mazara del Vallo è straripato il fiume Mazoro. Nel territorio relativo alla provincia di Trapani, infatti, piove incessantemente dalla scorsa notte. Il sindaco di Mazara del Vallo, Nicola Cristaldi, nel suo profilo Facebook scrive il seguente messaggio:

In corso di verifica la quantificazione dei danni causati dalle abbondanti piogge cadute nelle scorse ore su Mazara del Vallo. Come evidenziato con precedenti comunicazioni, danni ingenti si sono verificati nel fiume Mazaro, acuiti dai mancati interventi di escavazione del porto canale da parte della Regione, che è stata diffidata dal Comune.

Una decina di piccole imbarcazioni risulterebbero affondate, mentre altre avrebbero subito gravi danni, una stima dei quali potrà essere fatta nelle prossime ore in collaborazione con la Capitaneria di Porto.

Il Comune ha allestito nella sala operativa dell’Autoparco comunale la centrale operativa di Protezione Civile. I tecnici comunali sono al lavoro, con Polizia Municipale e Protezione Civile, per la stima dei danni e la verifica delle condizioni di strade e strutture.

straripa fiume mazaro
Fonte foto Ansa

“Danni a persone. Sono sei in totale gli sfollati”

Il primo cittadino di Mazara del Vallo nel suo post continua dicendo: “Non si registrano danni a persone. Sono sei in totale gli sfollati, che in attesa di verifiche nelle proprie abitazioni ubicate nei pressi della via Tevere, sono stati sistemati provvisoriamente in un B&B dal personale di Polizia Municipale. Tra gli interventi effettuati anche la messa in sicurezza di tre persone da parte dei Vigili del Fuoco in un’abitazione di via delle Latomie.

Oltre agli ingenti danni nel fiume Mazaro, sono già stati monitorati il depuratore comunale di Bocca Arena, i cui danni ammonterebbero a circa 30 mila euro ed il depuratore di Mazara Due che è stato semidistrutto ed i cui danni supererebbero i 200 mila euro.

Per il resto, si sono registrati alcuni allagamenti ora rientrati– conclude il sindaco Cristaldi. La Protezione Civile ha diramato l’allerta meteo arancione fino alle ore 24. I bollettini aggiornati sono visibili nel link della Protezione Civile del portale istituzionale“.

Allerta meteo a Catania

Le forti piogge stanno colpendo anche parte orientale della regione. Il maltempo non dà tregua alla Sicilia tanto da essere proclamata l’allerta meteo a Catania anche da parte della Protezione Civile. Il giornale CataniaToday fa sapere che “la Protezione Civile regionale ha emanato il bollettino di allerta meteo di colore giallo, il secondo della scala composta da quattro criteri di valutazione: verde, gialla, arancione e rossa. Temperature medie comprese tra i 16 e i 18 gradi. Mari mossi nel fine settimana“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui