Ministro dell’istruzione Marco Bussetti: “Aperta istruttoria per gli spray Pavia”

1
248
Ministro dell'istruzione Marco Bussetti

L’alba del giorno dopo viene inaugurata da un quesito: come hanno reagito i genitori alla circolare del Ministro dell’istruzione Marco Bussetti che impone meno compiti per le vacanze di Natale?

Spray in una scuola di Pavia

Dopo i fatti della Lanterna Azzurra, che doveva ospitare il concerto di Sfera Ebbasta, è emerso come la pratica dello spray al peperoncino nell’istituto tecnico Cardano. (Per approfondire Clicca Qui e Qui). Ospite di SkyTG24 il Ministro dell’istruzione Marco Bussetti ha dichiarato: “Sui fatti di Pavia ho fatto aprire un’istruttoria e si procederà alle dovute verifiche. La scuola dovrà intervenire con una sanzione disciplinare. Non è normale che in una scuola si vanno ad emulare fatti come quelli che hanno provocato una tragedia“.

Quanto avvenuto a Pavia è ancora più grave– continua il Ministro-. I ragazzi avevano appena visto gli effetti derivanti dall’uso improprio di spray al peperoncino. Ma il compito di vigilare spetta al personale scolastico e così sarà“.

Continua dopo la foto

ragazzi a scuola

Circolare alle scuole: meno compiti per le vacanze di Natale

La vera e propria rivoluzione messa in atto dal Ministro dell’istruzione è la circolare inviata alle scuole che prevede il vincolo di non dare troppi compiti per le vacanze ai propri alunni. La circolare è stata bene accolta anche dai genitori che vedono la possibilità di gestire il tempo con i figli in modo più costruttivo. Il Ministro Bussetti ha spiegato: “Ad ogni modo vedo il consenso sull’alleggerire il carico sui ragazzi in vacanza, in modo tale da concentrarsi anche su altre attività“.

È evidente che il lavoro che viene svolto a scuola ha un’importanza forte e le aspettative delle famiglie sono alte– conclude Bussetti-. I compiti a casa non vanno eliminati, bisogna solo alleggerire i ragazzi che devono potersi concentrare anche su altra attività“.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui