Roma agguato davanti ad un asilo, l’ombra della banda della Magliana?

1
306

Sono a un punto di svolta le indagini riguardanti l’omicidio nel quartiere Magliana di Roma avvenuto con un agguato davanti un asilo. L’ombra della banda della Magliana dietro l’accaduto? Un uomo nel corso delle ultime ore, un uomo è stato iscritto nel registro degli indagati.

Roma agguato davanti un asilo

L’omicidio di Andrea Giocchini fin da subito è stato coperto da ombre. Sembrava quasi la scena di un film di mafia all’italiana, un uomo che viene ucciso da un killer con giubbotto nero e con il viso coperto da casco. Quasi una missione punitiva da non fallire, il killer aveva l’unico compito di uccidere Andrea Giocchini. A quanto pare poco importava dove e quanto, se ad assistere al tutto ci fossero numerosi testimoni o che l’agguato avvenisse davanti a un asilo di Roma, con il rischio che a vedere il tutto ci fossero numerosi bambini.

L’obiettivo era quello di uccidere Andrea Giocchini e così è stato, l’uomo è stato freddato con quattro colpi di amara da fuoco che l’hanno raggiunto anche alla testa, morendo poco dopo.

Indagato uno dei leader storici della Banda della Magliana?

Come abbiamo spiegato all’inizio del nostro articolo, dietro l’omicidio di Andrea Giocchini davanti un asilo del quartiere della Magliana potrebbe nascondersi molto di più. Settimana scorsa IlMessaggero.it ha raccolto alcune testimonianze di persone vicine alla vittima, che hanno dichiarato: “Andrea era un ragazzino che faceva la vita alla Magliana“. (Per approfondire Clicca Qui). Secondo la stampa nazionale, non a caso, proprio sulla “vita” di Andrea Giocchini si starebbero concentrando le indagini degli inquirenti che, forse, sono riusciti a individuare il presunto killer che, in sella alla sua moto con il viso coperto, avrebbe fatto fuoco contro la Yaris dell’uomo uccidendolo.

Agguato alla Magliana

Fermato il presunto killer

Nel corso delle ultime ore è stata diffusa la notizia secondo cui un uomo sarebbe già iscritto nel registro degli indagati. La notizia è stata anticipata da IlMessaggero.it affermando che nel registro degli indagati sarebbe stato iscritto nel registro degli indagati per omicidio volontario uno dei leader storici della Banda della Magliana. Pare che si tratti Augusto Giuseppucci, fratello del boss della Magliana Franco detto “Er Negro”. Ad incastrare il presunto killer sarebbe stata la descrizione fatta dai testimoni che hanno assistito all’accaduto. Augusto Giuseppucci, attualmente indagato a piede libero, ha smentito ogni coinvolgimento nella vicenda e si è messo già a disposizione del pm, dicendosi disponibile anche a fare il test del DNA.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui