Giulia De Lellis lo sfogo sul libro: “Morto che non ti sei mai pianta”

1
387
Giulia De Lellis presenta irama in famiglia

In queste ultime settimane a far discutere è stato il libro scritto da Giulia De Lellis dal titolo Le corna stanno bene su tutto, che non è ancora possibile acquistare dato che bisognerà aspettare comunque settembre. Ma ecco che nel corso della giornata di ieri, 30 luglio 2019, arriva il nuovo sfogo dell’influencer.

Giulia De Lellis si racconta in un libro

Come abbiamo appena spiegato all’inizio del nostro articolo, Giulia De Lellis ha deciso di raccontarsi in un libro attraverso le sue storie d’amore e il tradimento di Andrea Damante.

Durante un IG Stories, Giulia De Lellis ha dichiarato: “Ho scritto un libro, ragazzi! Non l’ho scritto da sola, però di base ho raccontato una storia, una storia particolare. La cosa scioccante è stata quando io ho ricevuto la chiamata da Mondadori. Mi convocano: ‘Giulia, vuoi scrivere un libro?’. C’è stata una polemica che Giulia De Lellis ha letto due libri nella sua vita, e non me ne vergogno, lo sapete… Ve l’ho sempre detto… però insomma Mondadori che viene da me con gioia ed entusiasmo a farmi questa proposta… rimangio scioccata!“.

“Una cosa molto bella e originale”

Durante la sua IG Stories Giulia De Lellis continua dicendo: “Ho pensato che potesse essere interessante condividere con voi una parentesi della mia vita molto importante, molto toccante, e magari qualcuna di voi si ritroverà in questa parentesi! Alla fine è venuta fuori una fi…ta! Non vedo l’ora di raccontarvi anche il resto!“.

A sostenerla il nuovo fidanzato Andrea Iannone: “In anteprima anche letto! Letto, letto, ragazzi! Bello – spiega il motociclistica – perché lo ha scritto a mano, io ho letto tutti i suoi appunti, e quindi è una cosa molto bella e originale; non credevo avesse questo genio, sinceramente… Ha un’inventiva veramente imbarazzante!”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

1 commento

  1. […] Giulia De Lellis racconta il modo in cui, quel 18 aprile, le è caduto il mondo addosso e cosa ha provato anche dopo: “Sono rientrata a casa, ho acceso il nostro computer e ho trovato delle cose poco chiare, del materiale (foto, messaggi, email) e sono andata a fondo. Non solo tradimenti fisici, ma anche altro: delle parole che non mi è piaciuto assolutamente leggere, per esempio“. […]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui