Sanremo 2019 terza serata: solo Raf e Tozzi scaldano l’Ariston, Rovazzi conduttore impeccabile

2
250

La terza serata del Festival di Sanremo 2019 non riesce a convincere i fan della competizione. La simpatia di Virginia Raffaele è troppo invasiva come quella di Claudio Bisio, Claudio Baglioni continua a fare il padrone di casa ma solo Raf e Umberto Tozzi scaldano l’Ariston, firmando il vero acuto della serata e non solo. Fabio Rovazzi si dimostra un degno showman conducendo eccellentemente il Festival, mentre il direttore artistico non riesce a tenere il ritmo sulla canzone Faccio quello che voglio.

Sanremo 2019 terza serata

Come abbiamo spiegato all’inizio di questo nostro articolo, anche la terza serata di Sanremo 2019 non convince. Forse il direttore artistico ha creato troppe aspettative per questo suo Sanremo Bis. I fan del Festival della canzone italiana hanno aspettato con trepidante attesa di vedere in azione la coppia Virginia Raffaele e Claudio Bisio, i due però hanno lasciato poco spazio alla spontaneità preoccupandosi troppo del gobbo e delle battute che gli autori hanno preparato per loro. Un Festival di Sanremo troppo costruito, anche se in gara le canzoni sono riuscite a conquistare il pubblico.

Continua dopo la foto

Festival di Sanremo 2019 terza serata

Secondo i primi sondaggi, a contendersi la vittoria molto probabilmente troveremo Irama, seguito da Ultimo, Loredana Berté, Paola Turci e Daniele Silvestri. Ad ogni modo quali sono le note positive di questo Sanremo 2019?

La comicità arriva con Ornella Vanoni: “Sono venuta qui gratis”

L’unico momento di vera comicità forse arriva solo quando a fare il suo ingresso sul palco dell’Ariston è Ornella Vanoni. La cantante si è esibita con la sua ‘imitatrice per eccellenza’ ma coglie l’occasione per sfoderare due attacchi, nel primo ironicamente le dice di averla fatta “sembrare rimbambita” aggiungendo “Mi hai fatta sembrare una maniaca sessuale“. Il secondo attacco riguarda la partecipazione al Festival di Sanremo 2019 fuori budget: “Sono venuta qui gratis, ma sia chiaro, che non diventi un’abitudine– quasi come un rimprovero per la produzione e per il direttore artistico-. Non ero nel budget, l’ho fatto per te“.

Continua dopo la foto

virginia raffaele e ornella vanoni

Un altro momento di grande show e musica è stato regalato da Antonello Venditti super ospite a inizio puntata, ma l’Ariston si infiamma quando sul palco salgono Raf e Umberto Tozzi. Il duo regala momento di vero show, coinvolgendo il pubblico che si alza dalle proprie poltrone ma dopo, una volta concluso il loro momento, Sanremo 2019 torna alla sua calma piatta.

Fabio Rovazzi: “Chiamatemi direttore artistico”

La vera rivelazione del Festival di Sanremo 2019 è rappresentata da Fabio Rovazzi che dimostra di essere uno showman eccezionale. Rovazzi è riuscito a intrattenere oscurando anche Claudio Bisio che doveva essere la sua spalla, quando questo fa il suo ingresso sull’Ariston si presenta dicendo: “Chiamatemi pure distruttore artistico“.

Continua dopo la foto

Festival di Sanremo 2019 terza serata

Subito dopo Fabio Rovazzi si è esibito nelle sue canzoni tormentoni delle ultime estati, da Andiamo a comandare a Faccio quello che voglio. In quest’ultimo brano si inseriscono, ma con poco successo, i cori fuori tempo di Claudio Baglionim e Fausto Leali, ma anche questo momento sembra troppo finto e delude il pubblico.

Un momento toccante invece vede protagonista Mia Martini, ricordata da Claudio Baglioni e Serena Rossi che la interpreta nel film ‘Io sono Mimì‘. L’attrice ha dichiarato: “È arrivato il momento di chiedere scusa a Mimì per quello che le hanno fatto, questo film è un atto d’amore per lei“.

Non resta che chiedersi: cosa succederà domani sera?

Vuoi rimanere sempre aggiornato?
Seguici su Facebook, Twitter e iscriviti al nostro canale Telegram.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome qui